Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Università di Genova, più Lettere, meno Matematica: la risposta degli studenti in tempi di crisi

Genova. “Siamo soddisfatti del risultato che vede aumentare il numero degli studenti immatricolati rispetto all’anno precedente”. Questo il commento del nuovo rettore dell’Università di Genova, Paolo Comanducci, sui dati relativi alle iscrizioni, che vedono gli studenti optare maggiormente per le facoltà umanistiche a discapito di quelle scientifiche.

Per quanto riguarda Scienze matematiche, fisiche e naturali, gli immatricolati sono 506 contro i 562 dell’anno precedente (-9,96%) e lo stesso trend vale per Medicina e Farmacia, con 980 immatricolati contro 985 (-0,51%).

Crescita invece per Scienze Sociali con 1976 immatricolati rispetto ai 1889 (4.61%) dell’anno prima; Scienze Umanistiche con 813 contro 733 (10,91%) e Scuola Politecnica con 1187 rispetto a 1164 (1,98%). L’aumento totale degli immatricolati è del 2,42%.

“Questo dato, in un periodo di grave crisi economica come quello attuale, è molto significativo in quanto segnala la scelta dei giovani e delle famiglie di investire nel campo dell’istruzione e della formazione. Inoltre è anche il risultato di un buon orientamento, che permette agli studenti di fare scelte consapevoli e corrette e di un sistema didattico in continuo miglioramento – conclude il rettore – Oggi investire in formazione e ricerca significa investire sul futuro delle nuove generazioni in un settore che sempre di più rappresenta un potenziale di sviluppo economico”.