Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sfruttamento della prostituzione, tentata rapina e lesioni: 46enne in manette

Liguria. Lo hanno arrestato per favoreggiamento e sfruttamento continuato della prostituzione e tentata rapina e lesioni aggravate. Si tratta di Carpio Tagle Luis Alfredo, 46enne residente a Rapallo, finito nella morsa dei carabinieri del nucleo Investigativo savonese.

L’arresto, scaturito nell’ambito di una attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia – di Genova, è stato effettuato in esecuzione del provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dai Sost. Proc. Federico Panichi e Federico Manotti, titolari dell’indagine.
Le indagini effettuate dai militari del nucleo investigativo carabinieri di Savona, hanno permesso di accertare che il Carpio Tagle Luis Alfredo, oltre al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione avvenuti in appartamenti di Savona, Albisola, Genova, Grosseto e Rapallo dal mese di febbraio 2012 nei confronti di alcune donne di nazionalità ecuadoriana, russa ed italiana; nella giornata di domenica 3 agosto 2014, all’interno di un supermercato a Marina di Massa, il 46enne ha percosso, tentando di portarle via la borsa contenente denaro, la sua convivente 33enne, M.C. colpevole di averlo lasciato perché stanca dei soprusi subiti.

La donna, fuggita qualche giorno prima per sottrarsi alle continue violenze si era rifugiata a Massa, ritenendo di non essere individuata, dove si trovava insieme a due amiche che sono state malmenate a loro volta dopo che sono l’uomo le ha rintracciate. Il 46enne, non riuscendo nell’intento di portare via la borsa per la pronta reazione della donna, è scappato facendo perdere le sue tracce, sino alla mattinata odierna, dove è stato fermato e tratto in arresto.

Contestualmente al fermo sono state sottoposte a sequestro preventivo a fini di confisca due autovetture intestate all’uomo, che ora si trova rinchiuso in carcere a Marassi.