Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Santa Margherita ligure, il sindaco Donadoni dopo la mega rissa: “Non ci facciamo intimidire dai violenti”

Santa Margherita. Ha espresso la sua solidarietà alle forze dell’ordine che durante la mega rissa scoppiata per i festeggiamenti del Carnevale d’agosto hanno avuto sette feriti tra carabinieri e agenti della polizia municipale, ma soprattutto lancia un messaggio chiaro a quanti hanno tentato o tentano di rovinare questi momenti di festa collettiva.

A parlare è Paolo Donadoni, sindaco di Santa Margherita: “Sono sempre stato e resto dell’idea che la Pubblica Amministrazione debba gestire la città per il bene comune, e non farsi intimidire da episodi di violenza. L’atmosfera di festa e di serenità va salvaguardata. Chi vuole partecipare con spirito di fantasia, divertimento e rispetto a eventi come il ‘Carnevale d’agosto’ e la ‘Notte Bianca’ (eventi nella cui organizzazione sono coinvolte numerose componenti cittadine e che rappresentano alcune delle principali attrazioni estive della zona) ha diritto di poterlo fare. Comportamenti delinquenziali non intaccheranno la libertà di vivere la città da parte dei cittadini e degli ospiti”.

Il concetto è chiaro: “Santa Margherita Ligure – dice il sindaco – sceglie il divertimento, la creatività, la musica, i colori, e non si fa intimorire dalla violenza. I problemi non si subiscono, ma si risolvono. Questo è il momento in cui riflettere e decidere. Santa Margherita Ligure è una città in cui divertirsi nel rispetto delle altre persone e dell’ambiente urbano. Con l’inizio della prossima settimana renderò noti i provvedimenti che adotterà la Pubblica Amministrazione”.