Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena, nave cinese scarica materiale: esalazioni maleodoranti, comandante denunciato

Sampierdarena. Numerose segnalazioni erano arrivate alla Capitaneria di Porto di Genova nei giorni scorsi: lamentavano tutte forti odori, come di prodotti chimici, provenienti dall’ambito portuale.

Fino a ieri, quando il personale della Capitaneria è intervenuto al terminal Rinfuse del bacino portuale di Sampierdarena (Ponte San Giorgio), dove era ormeggiata la nave Cape Flattery, bandiera cinese, giunta nello scalo genovese il 3 luglio scorso, proveniente da Gibilterra.

Al momento della verifica erano in corso le operazioni di scarico dalla Cape Flattery del “cippato di legno” (una sorta di truciolato con dimensioni variabili da alcuni millimetri a pochi centimetri, utilizzato per la produzione di biomassa), identificato quale fonte dei fastidiosi odori percepiti.

Nel corso degli approfondimenti, il personale della Guardia Costiera ha verificato la liceità, sotto il profilo tecnico-amministrativo, delle operazioni di scarico, ma ha anche ritenuto di dover sottoporre ad analisi chimico-fisiche, a cura dei competenti uffici comunali, il materiale, in modo da escludere qualunque dubbio di tossicità.

Inoltre, a causa del tasso di umidità presentato dallo stesso materiale, come trasportato nelle stive della nave – tasso superiore al 50% e ritenuto la causa principale delle esalazioni maleodoranti – il comandante dell’unità, di nazionalità cinese, è stato identificato e denunciato per immissioni moleste in atmosfera.

Le operazioni di scarico sono riprese, seppur rallentate dai controlli. Nessun fermo invece per la nave, che doveva ripartire al completamento dello sbarco del prodotto.