Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maxi rissa a Santa Margherita e non solo, Diccap: “Aggressioni e 6 feriti in una settimana, subito risposte”

Genova. Ancora aggressioni ai danni delle forze dell’ordine, con 6 feriti in una settimana. Per questo motivo interviene il sindacato genovese della polizia municipale. “Sicuramente i fatti di Santa Margherita sono giustamente saliti agli onori della cronaca sia per il contesto in cui si sono svolti sia per il numero di persone coinvolte, ma il risultato non cambia: botte ai colleghi!”, si legge in una nota.

“Il problema lo abbiamo sollevato più volte e il campanello d’allarme è stato l’aumento smisurato del numero di infortuni e le contromisure? La possibilità di aderire all’iniziativa degli ecodipendenti per aumentare il “benessere organizzativo” è l’unica messa in campo – prosegue il Diccap – il sindaco Paolo Donadoni è intervenuto subito, mentre il sindaco Doria tace”.

Secondo il sindacato questa Amministrazione, fin dal suo insediamento, ha dichiarato e dimostrato nei fatti di voler smantellare il Corpo di Polizia Municipale togliendogli anche quell’unico mezzo di difesa che doveva essere consegnato (lo spray al peperoncino) e continuando a depauperarlo di risorse umane e di mezzi.

“Non è un caso che il Collega arrivato in soccorso con il motociclo sia rimasto poi a piedi e non sia potuto rientrare insieme agli altri. Noi non pretendiamo che vi siano investimenti sul Corpo di Polizia e non abbiamo protestato per il taglio di stipendi e neanche per l’aumento di funzioni e compiti ma almeno un accenno di difesa da parte dell’istituzione lo crediamo doveroso. E la Polizia Municipale è solo la punta del problema perché non possiamo e non vogliamo dimenticarci delle Assistenti Sociali malmenate o i Colleghi delle Politiche della casa”.

La crisi si fa sentire. “Gli effetti sono l’intolleranza e la violenza. Il cittadino si aspetta delle risposte chiare e forti dall’Amministrazione e quando non le trova se la prende con chi la rappresenta ed è pregiudizievolmente mal visto anche per un continuo disinteresse da parte di chi governa.Nonostante tutto, noi crediamo ancora che il Sindaco possa e debba intervenire e cercheremo un dialogo come abbiamo instaurato nel Tigullio, ma la risposta deve arrivare: sindaco, fatti sentire!”, conclude il sindacato.