Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo: multe e telecamere contro chi evita la raccolta differenziata

Rapallo. Un impegno costante e deciso per potenziare il servizio di pulizia in città. È uno degli obiettivi principali dell’amministrazione comunale, come ha sottolineato più volte l’assessore alla Gestione del ciclo dei rifiuti, Arduino Maini, durante la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina, nella sala consiliare del municipio di Rapallo. Presenti il sindaco Carlo Bagnasco, il consigliere incaricato alla Polizia Municipale, Walter Cardinali, e l’assessore a Turismo e Commercio Elisabetta Lai, a dimostrazione – come ha sottolineato Maini – che una città turistica deve anzitutto essere una città pulita. “Pulizia, asfalti e rifacimento dei marciapiedi sono temi molto sentiti in città, su cui l’amministrazione comunale gioca la sua partita” aggiunge il primo cittadino.

Giro di vite, quindi, per chi conferisce i rifiuti in maniera impropria (ad esempio, abbandonando in modo indiscriminato gli ingombranti) e non effettua in maniera corretta la raccolta differenziata.

Da un mese a questa parte, due agenti di polizia municipale si occupano di effettuare i controlli sul territorio. In dieci giorni sono state elevate ben 40 sanzioni da 200 euro ciascuna. I provvedimenti hanno colpito in particolare alcuni esercizi commerciali, che hanno conferito i rifiuti o al di fuori dell’orario previsto, o senza mettere in pratica la raccolta differenziata.

Maini e Cardinali hanno poi preannunciato un’ulteriore intensificazione dei controlli: il Comune sta infatti predisponendo l’installazione di nove telecamere mobili, che verranno sistemate in altrettante zone considerate “critiche” per quanto riguarda il conferimento indiscriminato dei rifiuti. I filmati, visionati da un operatore negli uffici di Polizia Municipale (quindi, la privacy è garantita), faciliteranno l’individuazione delle persone che trasgrediscono alle normative in materia di conferimento rifiuti.

Importante anche le campagne di sensibilizzazione per incentivare la raccolta differenziata, che attualmente si attesta al 50%. Nel mese di settembre, la ditta Aimeri Ambiente si occuperà di distribuire alle famiglie una circolare informativa (come già fatto in passato) per illustrare il corretto conferimento dei vari tipi di rifiuto. In particolare per quanto riguarda la frazione organica, dato che spesso i cassonetti dell’umido vengono riempiti con altri generi di rifiuto che contaminano quel tipo di raccolta, comportando un ulteriore dispendio di costi per le casse comunali. “Il progetto attivato a Rapallo è valido – sottolinea Maini – ma per farlo funzionare è necessario che da ditta rispetti quanto previsto dal contratto e che i cittadini siano collaborativi”.

Gli assessori Maini e Lai promuoveranno inoltre una campagna informativa e di sensibilizzazione nei confronti degli amministratori di condominio e degli esercenti. In programma anche un nuovo ciclo di distribuzione di compostiere.

In vista della scadenza dell’appalto per la gestione del servizio di pulizia, prevista ad ottobre 2014, l’assessore alla Gestione del ciclo dei rifiuti ha sottolineato che il Comune sta facendo le debite valutazioni, dato che, al momento, non può affidare all’esterno l’incarico di redigere il nuovo bando di gara per accelerare i tempi.
L’intento – anticipa Maini – è comunque quello di prevedere due appalti separati per la raccolta e lo spazzamento, in modo da avere più possibilità di controllo. In più, verrà inserita nel bando la possibilità di fruire di un centro di separazione dei rifiuti (simile a quello presente a Santa Margherita) per poter operare una differenziazione ancora più minuziosa dei rifiuti, che comporterebbe un’ulteriore diminuzione di spese per il conferimento in discarica.