Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Portofino 200 miglia”: successo per la prima edizione della regata, vince Nair di Marco Donnini foto

Portofino. Il ritorno delle grandi manifestazioni veliche a Portofino, una sfida che l’amministrazione comunale ha raccolto e vuole portare avanti con determinazione, anche attraverso la veleggiata “Portofino 200 miglia”, insieme alla Monaco-Portofino. Entrambe le manifestazioni sono coordinate da Amedeo Solimano, che di Portofino è “l’ambasciatore nel mondo”, come è stato definito.

Ieri sera si è conclusa, con la cerimonia di premiazione, la “Portofino 200 miglia”, che ha visto partecipare un buon numero di equipaggi e vele, a testimonianza del fatto che, se le regate sono “open” e organizzate in maniera impeccabile, come in questo caso attraverso un Circolo Nautico importante come quello di Rapallo e con un direttore tecnico come Marco Cimarosti (velista ed organizzatore velico di fama internazionale), i velisti ci sono e partecipano con entusiasmo.

Venendo alla cronaca della serata, dopo il saluto il sindaco di Portofino Giorgio D’Alia ha ringraziato i partecipanti e gli organizzatori ed ha voluto sottolineare che “Grazie ad Amedeo Solimano e al tecnico Marco Cimarosti, siamo oggi in grado di avere una manifestazione che potrà crescere ed evolversi; è stata una sfida che l’amministrazione tutta ha accettato e, possiamo dire, vinto. L’interesse suscitato e la grande partecipazione ci fa propendere all’idea che la ‘Portofino 200 miglia’ in futuro ci darà ancora maggiori soddisfazioni”.

Amedeo Solimano, il coordinatore della veleggiata, ha messo in luce gli aspetti importanti dell’evento: “Una regata sì di competizione, ma soprattutto una manifestazione di marineria, vela, e turistica, visti gli scenari toccati. Punteremo in futuro su questo tipo di manifestazione open, a cui possono partecipare in moltissimi, ringrazio ancora Marco Cimarosti che, quando tratta di vela, mi travolge con il suo entusiasmo”.

Dopo il saluto ed i ringraziamenti da parte del presidente del circolo Nautico di Rapallo Silvano Queirolo, Marco Cimarosti, il direttore tecnico della regata, ha presentato la premiazione, che ha visto, oltre alle coppe distribuite ai vincitori, alcuni premi ad estrazione come un ciclomotore macchine fotografiche ed orologi.

Il trofeo della regata è stato assegnato al vincitore assoluto (barca che ha impiegato il minor tempo nel percorso lungo): Nair di Marco Donnini Circolo Velico Bogliasco che ha impiegato per percorrere le circa 125 miglia 29 ore e 10 minuti. Secondo classificato Aloha di Alessandro Gandini del Circolo Nautico Rapallo.

Un grande tributo è stato manifestato dai presenti a Paladjn di Roberto Westermann, che si è classificato primo nel suo raggruppamento ed ha veleggiato in solitario.

Nelle foto: l’equipaggio vincente e il sindaco D’Alia che consegna il trofeo.