Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Legge elettorale regionale, giovedì il voto: confermati premio maggioranza e abolizione listino

Liguria. Parità di genere in lista ma nessuna doppia preferenza, premio di maggioranza al 55%, abolizione del listino, niente sbarramento e attribuzione dei seggi su base provinciali. Nulla di nuovo dopo la riunione dei capigruppo di stamattina, in cui è stato deciso il calendario del consiglio regionale di questi giorni. La nuova legge sarà votata nella seduta di giovedì.

marco melgrati, consiglio regionale

A non votare la legge sarà la Lega Nord, contraria al premio di maggioranza, come spiega il capogruppo Maurizio Torterolo, e l’ex Sel Alessandro Benzi: “Noi abbiamo presentato due emendamenti, uno su una soglia minima per il premio di maggioranza, uno sulla doppia preferenza, in caso contrario dal mio punto di vista non c’è spazio per votare questa legge elettorale”.

Soddisfatta Forza Italia, dopo l’accordo con il Pd: “Per noi era importante – dice il capogruppo Marco Melgrati – l’abolizione del listino e l’attribuzione seggi su base provinciale. La nostra proposta era il ballottaggio in caso di maggioranza non troppo qualificata, ma di questo potremo riparlare a settembre”.

E sulla polemica rispetto alla doppia preferenza, che non sarà inserita in lista il capogruppo del Pd Nino Miceli dice: “Io valorizzerei il fatto che nell’ambito delle liste ci sara la parità, anche perché le liste delle ultime legislature vedevano una presenza femminile intorno al 10%. Certo per noi del pd resta un rammarico che non ci sia la doppia preferenza”.