Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Castelletto, “shopping” con soldi falsi: pochi euro di spesa, resto vero. In manette due pregiudicati

Più informazioni su

Genova. Ventun banconote da 20 euro false, ma di “buona fattura” per carta, colore e sigilli, da spendere nei negozi di Castelletto e dintorni. E’ quanto hanno scoperto gli agenti del gruppo “Zena” che ieri hanno arrestato due italiani, Q.L. e F.G., rispettivamente di anni 42 e 37, colti in flagrante mentre acquistavano merce nei negozi di zona con banconote false.

I poliziotti, raccogliendo le innumerevoli segnalazioni e descrizioni fatte, hanno mappato gli spostamenti dei due pregiudicati, prevenendone le mosse e arrestandoli in flagranza di reato vicino a Spianata Castelletto, dopo aver “colpito” in tre esercizi
pubblici, tra corso Firenze e corso Carbonara.

Nel dettaglio: i malviventi, spostandosi con uno scooter di proprietà della moglie di uno dei due, completamente estranea ai fatti, entravano nei negozi di Castelletto e pagavano con i 20 euro contraffatti, ottenendo così, a fronte di un acquisto di importo minimo, il resto in monete vere. A chiamare la polizia è stato il titolare di una gelateria che si è subito accorto che il denaro con cui i due avevano pagato era falso. A sporgere denuncia sono stati i due esercenti dove Q.L. e F.G. avevano speso pochi euro: due in un caso e tre
nell’altro ricevendo quindi il resto di 18 e 17 euro in banconote vere.

Le indagini sono coordinate dal pm Federico Manotti che ha chiesto la convalida della custodia cautelare in carcere per entrambi. Domani è previsto l’interrogatorio da parte del gip. Sono in corso accertamenti per individuare eventuali altri negozi dove risulta siano state spese banconote false.