Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campo a forma di trapezio, gli uomini possono segnare solo di testa: a Mignanego il torneo di calcio “Anormale”

Più informazioni su

Mignanego. Un calcio diverso, giocato con un campo a forma di trapezio, squadre di quattro giocatori (due uomini e due donne), cambi come nel basket, mentre con i piedi possono segnare solo le ragazze, i maschietti devono accontentarsi della testa.

E’ il torneo di calcio “Anormale”, che si gioca a Mignanego, nell’entroterra genovese. La manifestazione, organizzata in occasione della festa del patrono, sta crescendo di anno in anno con il numero di squadre iscritte al torneo sempre più numerose. L’iniziativa è organizzata da don Giacomo Chiossone e dal giornalista Gilberto Volpara.

In passato al torneo c’è stata anche la sfida tra Stato e Chiesa con i politici della vallata (uomini e donne) da una parte e preti e suore dall’altra: vinse la Chiesa.

Quest’anno la sfida è tra 10 squadre. Don Giacomo racconta con soddisfazione la crescita del torneo, il messaggio che vuol mandare e annuncia che in futuro ci saranno ancora sorprese: “Ogni anno aumentano le squadre iscritte. Da qui parte un messaggio per il calcio milionario, definito normale: da noi l’agonismo viene dopo la goliardia e c’è gente che per esserci rinuncia alle vacanze”.