Quantcast

Servizi sociosanitari: protocollo Asl3-sindacati pensionati per sportelli di prima informazione

Genova. Viene firmato oggi a Genova un protocollo operativo, tra il Comune, la Asl 3 “Genovese” e i sindacati SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL genovesi, per l’istituzione di sportelli di prima informazione presso le sedi sindacali per l’orientamento ai servizi socio-sanitari presenti nel territorio cittadino.

Il protocollo è firmato: dall’assessore alle Politiche Socio Sanitarie e della Casa Emanuela Fracassi, dal Direttore Generale della A.S.L. 3 “Genovese” Corrado Bedogni, dal legale rappresentante della SPI CGIL Roberta Papi, dal legale rappresentante della FNP CISL Calogero Di Lucia e dal legale rappresentante della UILP UIL Roberto Gambetti.
Punto di partenza del protocollo è il progetto varato dall’O.M.S. – Organizzazione Mondiale della Sanità – “Age Friendly Cities” ( “Città amica degli anziani”), un programma internazionale teso ad aiutare le città nel mondo ad affrontare due tendenze demografiche globali: la crescente urbanizzazione e il rapido invecchiamento della popolazione.
Lo SPI CGIL, l’FNP CISL, la UILP UIL genovesi, aderendo alla filosofia di questo progetto dell’OMS, svolgono la propria attività proponendosi come soggetti facilitatori nelle relazioni tra la Civica Amministrazione e i cittadini, offrendo ai cittadini genovesi più punti di informazione.

Ormai da decenni stiamo assistendo al continuo e progressivo invecchiamento della popolazione, fattore che contraddistingue il nostro Paese e in modo particolare la città di Genova, considerando che circa il 27% dei cittadini genovesi ha un’età superiore ai 65 anni. Il 6% di questa fascia d’età si rivolge agli ATS (Ambiti Territoriali Sociali), portando prevalentemente due tipologie di domanda finalizzate a: orientamento e sostegno per il mantenimento al domicilio della persona sola e/o non autosufficiente in condizioni economiche precarie; richiesta di inserimento in strutture residenziali per persone in situazioni economiche precarie.

Il Comune, poiché ritiene di particolare rilievo per tutta la cittadinanza che si possano ottenere spiegazioni ed informazioni circa le normative vigenti e le opportunità e i servizi disponibili ed i diritti esigibili, ha valutato positivamente l’offerta dello SPI CGIL, dell’FNP CISL e della UILP UIL genovesi di proporsi quali soggetti nelle cui sedi possa istituirsi uno sportello di prima informazione per l’orientamento ai servizi presenti nel territorio cittadino, reputando altresì che tali sportelli possano configurarsi quali ulteriori punti della rete dei servizi alla cittadinanza e luoghi di rilevazione del bisogno.

Anche la ASL 3 Genovese ha ritenuto di aderire al protocollo, quale valore aggiunto per l’erogazione di propri servizi, in considerazione del fatto che agli Sportelli Unici Distrettuali (SUD) di ASL 3 “Genovese” si rivolgono prevalentemente cittadini anziani o loro familiari, con richieste finalizzate all’assistenza domiciliare o residenziale.

Verranno pertanto organizzati, territorialmente, momenti formativi rivolti a coloro che svolgono funzioni di accoglienza e informazione presso gli sportelli dei Sindacati dei pensionati. Tali incontri saranno svolti da personale operante all’interno degli ATS del Comune di Genova, da operatori della direzione Politiche Sociali del Comune, da personale dei servizi territoriali della ASL 3 e dei sindacati stessi. Il loro obiettivo sarà quello di rendere il personale addetto agli sportelli preparato a fornire risposte sempre più esaustive ai cittadini che si rivolgeranno loro, relativamente al funzionamento dei servizi socio sanitari della città.