Quantcast
Politica

Primarie Pd regionali, evitare il caso Livorno: la chiamata a sinistra dei civatiani

gaggero

Genova. “Inviteremo Sel, la Comunità di San Benedetto, l’Arci, i movimenti, i comitati, per discutere, fare massa critica ed avere una sinistra più unita e forte”. Lo ha detto oggi Stefano Gaggero l’ex candidato alla segreteria regionale del Pd ligure, in conferenza stampa nella sede di Piazza Della Vittoria, per annunciare la “chiamata” di settembre del gruppo “Liguria per Civati” per decidere il da farsi in vista delle primarie per le regionali 2014.

Obiettivo: far pesare la sinistra democratica nella corsa delle primarie. “Ma non vogliamo fare operazioni velleitarie, non vogliamo candidati dal 15% – ha sottolineato Gaggero – Il gruppo non può ancora escludere di presentare un proprio nome, in queste settimane è in corso un confronto con i candidati già in gara, Raffaella Paita e Alberto Villa, e con il sindaco di Savona Federico Berruti”.

Sarà invitato anche il M5S? “Non credo proprio, abbiamo alcune affinità a livello locale, siamo disponibili a incontrarli, ma l’alleanza stretta in Europa con Nigel Farage, è una svolta a destra inaccettabile, devono chiarirsi un po’ le idee”, ha detto poi Gaggero.

Intanto questo week end Renata Briano e Luca Pastorino rappresenteranno la Liguria al “Politicamp” di Pippo Civati a Livorno (11-12-13luglio).

“Proprio lì dove la sinistra è nata, e dove clamorosamente oggi ha perso e si è persa. Vogliamo evitare che il caso Livorno di una sinistra immobile diventi nel 2015 un caso Liguria”, ha commentato Gaggero.