Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porte Aperte alla Gavoglio: venerdì giornata di festa per il Lagaccio

Più informazioni su

Genova. La giornata di venerdì 25 luglio per il Lagaccio sarà una giornata storica. Si realizzerà una festa, dentro la ex Caserma Gavoglio. La festa è stata proposta e voluta dalla rete Voglio la Gavoglio e rappresenterà un momento intenso per il quartiere perché significa che i lavoro di abitabilità dell’area sono iniziati.

Dalle ore 17 animazioni e giochi per bambini, alle ore 18,30 un momento di confronto, incontro, dibattito sul futuro dell’area, dalle ore 20 musica con Outrack il rapper che già cantò il quartiere con il pezzo “Il naufragar m’è dolce in queste strade”, un gruppo reggae di musicisti della zona e musica pop con Salvatore Fraccavento, esperto animatore musicale e presidente del Gruppo Amici Lagaccio, realtà che quotidianamente si prodiga per gli anziani in via del Lagaccio.

Nella serata si farà anche un brindisi proposto da alcuni cittadini storici della zona sul gruppo fb “Sei del Lagaccio se…” la rete di gruppi facebook che sta facendo nascere riunioni di incontri di chi ha vissuto i diversi quartieri genovesi.

L’iniziativa è stata decisa dalla rete Voglio la Gavoglio per “rompere l’immobilità sull’andamento dei lavori decisi e annunciati nel grande incontro di marzo a Palazzo Ducale e in altre occasioni. In realtà Comune e Municipio avevano promesso che già da giugno il primo piazzale sarebbe stato aperto e agibile ma nulla è successo”.

Nel dettaglio: “i fondi per rimettere a posto Piazzale Italia, sono circa 35.000 euro, e gli impegni erano di trovarli a breve. Detti soldi servivano a mettere in sicurezza Piazzale Italia facendo: potatura alberi, rasatura e riordinamento verde, rimozione di 4 piccole tettoie, chiusura degli ingressi all’edificio, asfaltatura della strada che scorre in mezzo a Piazzale Italia, messa in sicurezza della “pesa” da mezzo (quelle bilance che pesano le automobili, gli autocarri).

I fondi invece per mettere a posto un piccolo locale su Piazzale Italia (20 mq di stanza e 20 mq di locali uso servizi igienici), circa 12.000 euro, erano già stati stanziati. Il locale sarebbe servito come spazio ad uso del Municipio e delle realtà associative o aggregative locali anche come base per la parte di progettazione con il territorio”.

In occasione della festa sono stati svolti alcuni lavori per Piazzale Italia.

“Ovviamente non finisce qui – fa sapere il Comitato – A dicembre 2015 il Comune si è impegnata a presentare il grande progetto complessivo che dovrebbe costruire futuro e vivibilità al Lagaccio e per la città tutta essendo l’area centralissima.
Da qui a quella data quindi ‘Voglio la gavoglio’ continuerà nella sua opera di ideazione, partecipazione, proposta, verifica.
Inoltre il primo pezzo dell’area, la vecchia ala della caserma e anche gli edifici successivi sono già dati in uso al Comune e su questi si può ipotizzare di trovare progetti più gestibili e realizzabili a breve”.