Gronda, domani Paita e Burlando dal ministro Lupi. FI: “Chiediamo certezze”

Liguria. Alla vigilia della visita del Presidente Burlando a Roma dal Ministro Lupi per fare chiarezza su come procedere in merito alla Gronda, il Capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati insieme al Consigliere regionale Matteo Rosso fanno sapere di aver presentato un’interrogazione urgente: “vogliamo conoscere gli esiti di questo “viaggio della speranza” di Burlando e della Paita a Roma. Purtroppo i peggiori auspici si stanno avverando e le notizie relative alle forti perplessità sulla Gronda da parte del Ministro Lupi espresse chiaramente in questi giorni non ci fanno ben sperare sulla realizzazione di un opera rispetto alla quale non si può più attendere. I continui ritardi, le costanti retromarce, le assurde prese di posizioni inutili di questi anni, dettate da questioni ideologiche, ed i ricorrenti cambi di programma e di progetti stanno portando ad una gravissima situazione di empasse che fa emergere ancora una volta l’ennesima bugia di Burlando e della Paita”.

Con il documento i due esponenti di Forza Italia chiedono garanzie precise sulla Gronda e il punto dettagliato della situazione rispetto allo stato dell’arte relativo a questa fondamentale infrastruttura: “ non possiamo permettere che per giochetti di potere, dove non è escluso vi rientri anche la guerra intestina tutta interna al Pd in merito alle Primarie per la candidatura a Presidente di Regione, a rimetterci siano i cittadini. A noi queste ultime dichiarazioni di Lupi sembrano tanto un segnale non solo per agevolare Autostrade, che in realtà su questo progetto nicchia e soprassiederebbe volentieri visto l’impegno economico elevatissimo, ma non ci stupiremmo che sia evidentemente il campanello d’allarme di un inversione di rotta nei confronti di Burlando e la Paita che a livello di Governo gli viene lanciato per fare capire che la guerra al potere ed alla conquista della Liguria è solo all’inizio e che non vi saranno sconti per la cordata Burlando-Paita, anzi solo ostacoli e difficoltà, e che forse per loro sarebbe meglio togliersi di mezzo”.

“La questione vera è che non consentiremo a nessuno di affossare la nostra Liguria solo per questioni di gestione di corrente partitica e tutte interne al centro sinistra. La nostra denuncia è chiara: o ci si mette d’accordo subito e si chiarisce una volta per tutte cosa si vuole fare di questa infrastruttura, e ribadiamo per noi quanto sia strategico procedere velocemente alla realizzazione della Gronda, o evidentemente Burlando-Paita hanno fallito ed allora forse è meglio che si vada a votare il prima possibile, questo nell’interesse dei cittadini”, concludono Melgrati e Rosso.