Quantcast

Genova, il Goa Boa si conclude con Caparezza: domani ultima serata all’Arena del Mare

Genova. Ultima serata di spettacolo all’Arena del Mare. Il pubblico ha accolto con grande gioia il ritorno, dopo un anno di pausa, del grande teatro all’aperto in fondo ai Magazzini del Cotone e con ancora maggiore entusiasmo ha potuto vivere per 10 giorni un’area ancora più grande, con musica e attività dalle prime ore della serata, un palco ancora più scenografico e star della musica nazionale e internazionale.

I primi dati parlano di oltre 15.000 spettatori nella prima settimana di programmazione: dati ancora provvisori ma in linea con i desideri della Porto Antico di Genova S.p.A. e che sono destinati a crescere con le prossime serate, testimoniando un grande interesse per la rassegna da parte del pubblico.
Tantissimi i genovesi, che aspettavano con impazienza l’evento estivo più importante della città, ma tanti anche gli spettatori da fuori Genova che hanno approfittato dell’occasione musicale per prolungare la permanenza e visitare Genova e i dintorni.

L’edizione 2014 di Goa-Boa Festival si conclude con un’immersione nel variegato mondo del rap italiano: un viaggio nello stivale con tre artisti totalmente diversi nello stile e nel linguaggio ma accumunati dall’amore per il ritmo e da una parlantina molto sciolta.

Lo spettacolo inizia presto, dalle ore 19.30 circa, con la band genovese dei Magellano. Un sound particolare, che fonde il rap con hip-hop, la canzone d’autore e il reggae e canzoni dai titoli diretti come “Sopravvivere in questa nazione” e “Calci in culo”.

Viene invece da Brescia Edipo, più che un rapper un poeta, un cantautore raffinato che fotografa con realismo e incredibile lucidità il mondo che lo circonda. Un gusto un po’ retrò, tipico dei cantautori degli anni 60, che si unisce ad una schiettezza tutta moderna e a una metrica inconfondibilmente rap.

Arriva fino al tacco dello stivale il viaggio di Goa-Boa Festival con lo strambo mondo di Caparezza. Fuori dal tunnel, Vengo dalla luna, Vieni a ballare in Puglia: ballate rap con tanta ironia e un po’ di cinismo di uno degli artisti più amati dal pubblico giovane.

Ironico e senza peli sulla lingua, Michele Salvemini in arte Caparezza ha scritto alcuni dei brani più lucidi e drammaticamente realistici del rap contemporaneo senza però mai perdere quel tono scanzonato e beffardo e quelle melodie divertenti che lo hanno reso famoso. Con il suo nuovo album “Museica”, Caparezza torna a Genova da un pubblico che non manca mai ai suoi concerti per cantare e saltare insieme a lui.

Poesie in musica per il pre-serale sul Palco Millo: il cantautore genovese Giacobs presenta i suoi lavori “La rivoluzione della domenica” e “Bastava essere felici” ricreando con chitarra e voce un’atmosfera intima e coinvolgente.

Il programma aggiornato, le informazioni sugli spettacoli e le biografie degli artisti sono disponibili sul sito www.portoantico.it, da poco rinnovato nella veste grafica e nei contenuti, ma anche nella tecnologia, ora responsive, per permettere a chiunque di visitare il sito da ogni tipo di device.