Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Carcere di Pontedecimo, detenuto tenta 2 volte di impiccarsi. Uilpa: “In Liguria già 12 salvataggi in extremis”

Più informazioni su

Pontedecimo. “Ancora una volta il tempestivo ed efficace intervento della Polizia Penitenziaria ha impedito che la già lunga scia di morti per suicidio in cella potesse allungarsi. Nella giornata di ieri, infatti, a Genova Pontedecimo un detenuto italiano è stato per ben due volte salvato in extremis dal soffocamento per impiccagione”.

Lo comunica Fabio Pagani, Segretario Regionale della Uilpa Penitenziari, che fornisce alcuni dettagli su quanto accaduto. “Un detenuto italiano, ha tentato di impiccarsi per ben due volte con una corda ricavata dai propri indumenti, legandola alle sbarre della finestra della cella. L’uomo è stato salvato dagli agenti mentre erano già evidenti i primi segni del soffocamento. A Pontedecimo sono presenti 151 detenuti (79 donne e 72 uomini) – Dal 1° gennaio ad oggi la Polizia Penitenziaria ha già salvato 12 detenuti da morte per suicidio, in Liguria – Insomma, in perfetta continuità, la Polizia Penitenziaria continua a salvare vite, ad essere oggetto di aggressioni e messa nelle condizioni di non poter incidere a salvaguardare i livelli di sicurezza”.

“Vogliamo sperare che il Ministro Orlando sostenga con forza l’urgente necessità di procedere alle assunzioni nella polizia penitenziaria i cui organici registrano vacanze per circa 6500 unità – prosegue – Speriamo che i vertici politici ed amministrativi comprendano  che sottrarre qualche migliaia di poliziotti penitenziari attualmente addetti alle mansioni di usciere e portaborse o applicati ad uffici amministrativi è una prepotente urgenza, propedeutica ad alimentare la speranza che la gestione delle risorse sia improntata, finalmente, all’efficienza ed all’efficacia”.

“Di certo – conclude il Segretario Regionale della Uil Penitenziari – ci si augura che dopo questo ennesimo episodio, sia i vertici dell’Amministrazione Penitenziaria che dell’ ASL riflettano e possano garantire da subito il servizio Sanitario a Pontedecimo H/24 ”.