Quantcast
Politica

Tursi, il j’accuse di Zampini: “Molto ordine sulla scrivania del sindaco, ma poche decisioni”

Genova. L’ordine, sulla scrivania del sindaco Marco Doria, c’è ma i fascicoli sono “da troppo tempo su quel tavolo”. Il j’accuse, e l’invito a prendere le decisioni contro l’immobilismo, arriva oggi dal presidente di Confindustria Genova, Giuseppe Zampini, a margine di un incontro pubblico.

“Ho visto recentemente una scrivania molto ordinata con tutti i fascicoli allineati, Gronda, Terzo Valico, Aster, municipalizzate, vedere tutti i fascicoli allineati mi ha dato un’impressione di ordine, ma sono fascicoli da troppo tempo su quel tavolo”, ha detto Zampini.

“La lunghezza dei tempi delle decisioni è un insuccesso di per se per un imprenditore – afferma – noi chiediamo certezze nelle decisioni, alcune volte magari anche dei ‘no’, ma se prosegue troppo la dinamica delle decisioni alcune volte diventa statica, l’esempio più eclatante è la Gronda”.

“Si prenda una decisione si vada avanti, non è possibile che dopo aver preso una decisione venga continuamente ridiscussa qualunque sia l’amministrazione”, ha concluso, esortando, Zampini.