Turismo e sicurezza: nel Tigullio nessun poliziotto in più - Genova 24
Cronaca

Turismo e sicurezza: nel Tigullio nessun poliziotto in più

tigullio panorama

Chiavari. Tigullio, estate, afflusso di persone. Questo comporta anche possibili problemi di ordine pubblico. Eppure il Dipartimento della Pubblica Sicurezza distribuendo la ripartizione dei rinforzi estivi sul territorio nazionale nelle zone con maggior afflusso turistico dimentica il Tigullio.

Nel complesso sono state assegnate 413 unità 35 province, ma nemmeno una unità per i Commissariati di Chiavari e Rapallo e la Stradale di Chiavari e la Polizia Ferroviaria di Chiavari e Sestri Levante.

Questa scelta avviene poi, come fa notare Roberto Traverso – Segretario Generale Provinciale Silp Cgil – in un momento in cui “Le infiltrazioni mafiose nel Tigullio avrebbero bisogno di occhi investigativi vigili sul territorio invece, proprio nel periodo di massima affluenza di turisti nessun rinforzo è stato assegnato”.

Stonano i numeri attribuiti ad altri territori (le 26 unità a Viareggio, le 94 a Rimini, 7 a Tarquinia, 17 a Forlì, 6 Ferrara, etc. ).

“Per sopperire all’ aumento dei carichi di lavoro che ricadranno sugli uffici interessati, chiederemo al Questore ed ai Dirigenti Compartimentali della Stradale e della Polfer di valutare l’aggregazione estiva di quei dipendenti che da tempo hanno espresso la volontà di voler essere trasferiti nel Tigullio”, conclude nel suo comunicato Traverso.

Certo il passaggio verso Chiavari potrebbe avvenire anche attraverso la Questura di Genova, che ha ricevuto 75 unità, ma non ha ancora provveduto a rinforzare adeguatamente i Commissariati di Chiavari e Rapallo.