Quantcast

TomTom Traffic Index 2014, la sorpresa arriva in fondo alla classifica: Genova tra le città meno congestionate d’Italia

Genova, Torino, Bologna e Firenze le città più virtuose d’Italia. È lo scenario della classifica dei luoghi più trafficati stilata dal TomTom Traffic Index 2014, che ogni anno monitora i flussi automobilistici in oltre 200 aree di tutto il mondo. Il TomTom Traffic Index è l’indice basato sul rilevamento dei dati di percorrenza reali, misurati lungo l’arco dell’intera giornata su tutto il network stradale comprendente strade urbane ed extraurbane di 180 città in tutto il mondo (di cui 60 in Europa), rivela la percentuale di congestionamento delle diverse città contando su più di 10 trilioni di misurazioni, e registrando una crescita quotidiana pari a 5 miliardi di misurazioni.

Nei primi posti poche sorprese, con Palermo e Roma a contendersi il primato di città più congestionate, ma è scorrendo la classifica verso il basso che si trova Genova: agli ultimi posti della classifica italiana ci sono Bologna, Genova, Firenze e Torino, tutte al 20%, un indice tra i più bassi in Europa, se si considera che la migliore in assoluto è Malmö col 14%.

Insomma, Genova ha lo stesso indice di congestionamento di alcune grandi città particolarmente virtuose a livello europeo, come Madrid e Siviglia in Spagna o Lille in Francia. Non solo, si nota anche una tendenza al miglioramento nel corso del 2013 rispetto al 2012 per il capoluogo ligure: l’indice di congestionamento sulle strade extraurbane è passato da 11% al 9%, mentre sui percorsi urbani è passato dal 32% al 31%, rimangono invece stabili i ritardi medi, pari a 22 minuti, e le ore passate nel traffico dai genovesi, che ogni anno sono 61. I momenti peggiori per affrontare le strade genovesi sono il martedì mattina e il venerdì sera, mentre il giorno più trafficato dell’anno nel corso del 2013 è stato il 30 aprile.

La fotografia scattata dal TomTom Traffic analizza nel dettaglio anche l’andamento del traffico all’ora di punta, confrontandolo con i livelli che si registrano nei momenti più calmi della giornata. Il picco del traffico mattutino, quello che risente dell’arrivo dei pendolari, conferma Roma al primo posto con tempi di percorrenza che aumentano addirittura dell’71%, seguita da Milano, (+62%). Palermo registra un incremento del 60%, soffrendo di più del capoluogo partenopeo (+43%) e di Genova (+37). Situazione analoga alla sera, che vede Roma e Palermo appaiate con +64%, segue Milano +52% nel calcolo dei tempi di percorrenza, seguite da Napoli (sempre +50%), mentre al momento del ritorno a casa dal lavoro Genova, con +38%, diventa più caotica di Torino (+36).

Più informazioni