Quantcast
Cronaca

Teatro Carlo Felice, Cgil e Cisl disertano l’incontro con Pacor: “Il sindaco riprenda in mano la trattativa”

Genova. Cgil e Cisl hanno disertato l’incontro previsto ieri fra il sovrintendente Giovanni Pacor e le rappresentanze sindacali per proseguire la trattativa intorno al piano triennale di rilancio della Fondazione come prescritto dalla legge Bray.

Il problema era già stato sollevato nei giorni scorsi. Il 7 giugno sono scaduti i mandati del consiglio d’amministrazione e del sovrintendente stesso. Per questo motivo Cgil e Cisl avevano già chiesto al sindaco chiarimenti sulla posizione del sovrintendente. Con una nota successiva dell’11 giugno, il sindaco Marco Doria aveva dichiarato in prorogatio per 45 giorni i vertici del Teatro, dando quindi a Pacor autorizzazione a procedere.

In una nota i due sindacati ribadiscono invece che “nel periodo in cui sono prorogati, gli organi scaduti possono adottare esclusivamente gli atti di ordinaria amministrazione. Gli atti non rientranti fra quelli indicati nel comma 2, adottati nel periodo di proroga, sono nulli”. La nota, firmata da Gianni Pastorino per Slc Cgil Genova e da Francesco Grillo per Fistel Cisl Genova, termina con un invito al sindaco a riprendere in mano personalmente la trattativa.