Quantcast
Cronaca

Spiagge libere, Gioia (Udc): “Voltri, caso esemplare, garanzie ambientali sui ripascimenti”

Genova. “Le spiagge libere sono sempre più rare a Genova e i pochi tratti di costa a disposizione di una tintarella “low cost” non sono adeguatamente resi fruibili per le famiglie, che, a causa della crisi, sono sempre più alla ricerca di spazi gratuiti per godersi una sana giornata di mare”.

Così interviene Alfonso Gioia, capogruppo UdC nel Comune di Genova, che presenterà nella prossima seduta di consiglio, un’interrogazione urgente all’assessore alle Manutenzioni Crivello per conoscere le azioni in programma da parte dell’amministrazione per valorizzare alcuni tratti di litorale genovese, in particolare quello di Voltri. “Da alcune segnalazioni – dice Gioia – mi risulta che la passeggiata “Roberto Buzzone”, inaugurata neppure 4 anni, fa presenti molte criticità, tra cui la scarsa illuminazione nelle ore serali, alcuni tratti sconnessi, la carenza di servizi ai possibili fruitori. Inoltre, la spiaggia adiacente, sebbene molto frequentata da bagnanti della zona e non solo, ha urgente bisogno di pulizia e di ripascimento, dopo i danni apportati al litorale dalle sempre più frequenti mareggiate invernali. Secondo quanto ha denunciato anche il presidente del Municipio Ponente, c’è il forte rischio che la spiaggia resti chiusa ai bagnanti in questi mesi estivi.

Oggi, sulla spiaggia è presente una grande quantità di materiale probabilmente portato dal mare che ancora non è stato rimosso. Anche sulla qualità della sabbia presente, ritengo sarebbe opportuno fare adeguate verifiche dato che mi risulta ci sia una forte presenza di materiale ferroso di piccolissime dimensioni che pertanto può facilmente entrare a contatto con l’organismo umano.

In termini più generali, ritengo che il litorale voltrese potrebbe essere valorizzato creando un’offerta migliore alle famiglie genovesi e ai turisti che vogliano fare un bagno in un mare, quello voltrese, che l’Arpal ha di recente definito di qualità eccellente”. Oltre che sull’incuria della spiaggia, Gioia pone un ulteriore interrogativo: “Che fine ha fatto il distributore automatico di acqua refrigerata sulla passeggiata di Voltri? Installato nel 2011 da Mediterranea delle acque doveva vendere l’acqua pubblica a 10 centesimi al litro. Un’operazione che evidentemente non ha suscitato un grande appeal tra i voltresi. E come dar loro torto. Tuttavia, sarebbe opportuno che MdA, gestore dell’acqua dei genovesi, chiarisse i costi finali, compresi quelli per la rimozione del distributore di acqua refrigerata dalla passeggiata di Voltri”.

Più informazioni