Quantcast
Politica

Sgombero Buridda, l’Altra Europa con Tsipras: “Siamo con i ragazzi del centro sociale, chiediamo incontro al sindaco”

Genova. Il Comitato L’Altra Europa con Tsipras di Genova esprime solidarietà agli attivisti del Centro Sociale Buridda. “E sconcerto per uno sgombero attuato, evidentemente nell’urgenza di far quadrare i conti rendendo vendibile l’immobile, e senza offrire possibili luoghi alternativi. Queste dimostrazioni di forza non sono risolutive e rischiano di inasprire il conflitto sociale chiudendo ad ogni possibilità di dialogo”, si legge in una nota.

“Nella situazione di crisi attuale, in cui la disoccupazione giovanile raggiunge il 46% ed il disagio sociale si fa sempre più grave, gli spazi di aggregazione dovrebbero essere ampliati, aumentati e valorizzati, non certo chiusi attraverso l’uso della forza. E’ inaccettabile trattare il Buridda come un problema di ordine pubblico dato il ruolo positivo di aggregazione sociale e culturale che ha svolto in anni di attività, anni di tagli alle politiche culturali”.

“Stigmatizziamo questo comportamento irresponsabile e chiediamo ai consiglieri comunali, che in questo periodo hanno sostenuto il nostro comitato, di opporsi allo sgombero con tutti i mezzi a loro disposizione, affinché il sindaco rispetti la Determinazione Dirigenziale N. 2011-133.2.0.-186. La delibera infatti è stata risolutiva per gli altri due centri sociali cittadini (Pinelli e Terra di Nessuno), ma è rimasta incompiuta per il più riottoso Buridda. Chiediamo al sindaco Doria di organizzare nell’immediato un incontro con i ragazzi e le ragazze del Centro Sociale per ascoltarne le esigenze e necessità. Noi saremo al loro fianco per offrire supporto e solidarietà”, conclude il comitato.