Quantcast

Sampdoria: l’ultimo romano si chiamava Paolo Mantovani. Tifosi tra attesa e fiducia: “Ferrero facce sognà!”

Genova. Dal giorno alla notte. Se la cessione della famiglia Garrone a Massimo Ferrero farà il bene della Sampdoria solo il tempo e le vittorie potranno dirlo. Sicuramente quello che si avverte subito è che lo “stile Samp” ha appena effettuato una “inversione a u”. La dimostrazione plastica è arrivata durante la conferenza stampa a Corte Lambruschini: misurato come al solito Edoardo, spumeggiante il nuovo presidente. A parte la somiglianza (ebbene sì) con Beppe Grillo, Massimo Ferrero ha dato subito sfoggio della sua prorompente romanità: si è alzato ripetutamente in piedi, ha gesticolato, nel bel mezzo della conferenza stampa ha urlato un “ho fameeeeee”.

Questa l’apparenza, che nel calcio dice fino ad un certo punto visto che alla fine contano i risultati. Ma i tifosi come giudicano l’avvicendamento? A prevalere, nella galassia di facebook, è una certa fiducia, accompagnata da un comprensibile disorientamento per la velocità con cui tutto è accaduto.

“Lo trovo simpatico e spiritoso. Speriamo – dice Tonino – che faccia una bella Samp”. Mario si limita ad un “Benvenuto al nuovo presidente e tanti auguri di buon lavoro”, mentre l’ironico Gaetano invita ad “rilassarsi e ubriacarsi”. Non mancano i detrattori: per Valentina “qua andiamo a finire a giocare con i pulcini! Che delusione”, commento condiviso da Luca che dice: “Come si fa ad essere ottimisti dopo una conferenza stampa del genere?”.

Roberto ringrazia la famiglia Garrone, mentre Federica (“Sono per la Samp … Quindi se Ferrero caccia i soldi ,io dico : DAJE Ferrero facci Sogná!!!!”) ed Enrico (“A me basta la frase che ha detto: io voglio vincere! L’ho sempre detto che con lo stile Samp alla fine non vinci mai..”) sono ottimisti sul nuovo corso.

E poi c’è la scaramanzia, accompagnata dalle statistiche: “Ricordiamoci – conclude Luca – che l’unico presidente vincente della nostra storia della Sampdoria è stato un romano e non un genovese e pur essendo romano di nascita ma sampdoriano puro sangue sono grato solo x oggi a Garrone che in dodici anni oggi ha fatto l unica cosa più bella e un regalo veramente spettacolare confido in Massimo Ferrero per una samp più forte negli anni”.