Quantcast

Siglata la convenzione tra l’Autorità e il Co.re.com della Liguria

Liguria. Agg.h.13.32. E’ stata sottoscritta oggi presso la sede dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni la convenzione per l’esercizio delle funzioni delegate al Comitato regionale per le comunicazioni (Co.re.com.) Liguria. A firmare il documento, il Presidente dell’Autorità, Angelo Marcello Cardani e, per la Liguria, il Presidente del Consiglio Regionale, Michele Boffa e il Presidente del Co.re.com., Alberto Maria Benedetti.

Sarà sottoscritta oggi a Roma la convenzione per l’esercizio delle funzioni delegate tra l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e il Comitato regionale per le comunicazioni (Co.re.com.) Liguria. A firmare il documento, saranno per l’Agcom, il Presidente, Angelo Marcello Cardani e, per la Liguria, il Presidente del Consiglio Regionale, Michele Boffa e il Presidente del Co.re.com., Alberto Maria Benedetti.

I Co.re.com., ai sensi della legge 249/97, istitutiva dell’Agcom, che li qualifica “organi funzionali dell’Autorità”, vengono istituiti con legge regionale e hanno come missione quella di “assicurare sul territorio le necessarie funzioni di governo, di garanzia e di controllo in tema di comunicazioni”, in difesa degli interessi dei cittadini.

Sempre più utenti ricorrono al tentativo obbligatorio di conciliazione offerto gratuitamente dai Co.re.com., che nel 2012 hanno ricevuto 71.692 istanze di conciliazione, e 8.675 istanze di provvedimenti temporanei, per un valore economico pari a oltre 25 milioni di euro restituiti ai cittadini.

Con la firma della nuova convenzione, oltre al tentativo obbligatorio di conciliazione, alla tutela dei minori, al controllo sulla pubblicazione dei sondaggi, all’apertura dei procedimenti di rettifica su istanza di parte, il Co.re.com. Liguria eserciterà nuove funzioni. Definizione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazione elettronica; anche a seguito delle modiche del regolamento sulle controversie tra operatori ed utenti, i cittadini della Liguria potranno rivolgersi al Co.re.com non solo per la prima fase di conciliazione obbligatoria, ma anche, in caso di esito negativo, per la decisione della controversia, senza dover quindi ricorrere all’Agcom.

Vigilanza sul rispetto degli obblighi di programmazione e delle disposizioni in materia di esercizio dell’attività radiotelevisiva locale, mediante il monitoraggio delle trasmissioni dell’emittenza locale; il Co.re.com verificherà il rispetto della normativa in materia di audiovisivo da parte delle emittenti locali e potrà svolgere funzioni di vigilanza e controllo sino ad oggi di pertinenza dell’Autorità.

Tenuta del Registro degli operatori di comunicazione (ROC); il Co.re.com gestirà il Registro degli operatori di comunicazione aventi sede nel territorio regionale, garantendo alle imprese la massima trasparenza e agevolando il rapporto con l’amministrazione.

Più informazioni