Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Nuova era dopo il cromo”: in un video la storia e gli interventi per liberare la ex Stoppani

Più informazioni su

Provincia. Alla fine del 2003 nei terreni dell’ex Stoppani le concentrazioni di cromo misuravano 15.000 milligrammi per chilo – mille volte superiori ai limiti di legge – e nelle acque di falda i livelli di cromo erano addirittura fra i 100.000 e i 250.000 microgrammi per litro (che oggi i nuovi impianti di depurazione hanno abbattuto di 25 volte, riducendoli a 10.000 microgrammi/litro).

In questi anni la situazione nell’ex fabbrica è profondamente cambiata perché oltre al nuovo e avanzato impianto Eco 1 per la depurazione delle acque è stata realizzata una barriera fisica sino alle profondità della roccia e 11 pozzi di pompaggio che, isolando la falda al di sotto dell’area di Pian Masino maggiormente critica, evitano di inquinare il torrente Lerone.

L’ex Stoppani inoltre è stata completamente bonificata dall’amianto (rimuovendo 92.000 chili di isolanti, 16.000 chili di materiali da costruzione e 190.000 chili di terre contaminate), sono stati smantellati tutti i vecchi impianti e costruzioni nell’area Sud e nella prima parte dell’area Nord e sono state smaltite 7.936 tonnellate di pericoloso solfato giallo trovato abbandonato in mucchi sfusi e sacchi deteriorati nei magazzini.

Anche gli arenili di Arenzano e Cogoleto, dove sino agli primi anni ’80 venivano scaricate le scorie, sono stati completamente bonificati eliminando 66.000 tonnellate di “crostoni” di cromo e facendo rinascere con sabbie e ghiaie pulite e controllate la costa, difesa da nuove scogliere, e sono iniziati anche il risanamento e la messa in sicurezza della discarica del Molinetto.

Tutte le difficili decontaminazioni, messe in sicurezza e risanamenti realizzati dal Commissario Delegato all’ex Stoppani che per cent’anni, sino al 2003, con le sue lavorazioni di cromo ha devastato l’ambiente con rischi gravissimi anche per la salute, sono raccontate in immagini, insieme alla storia dell’azienda aperta il 15/3/1900 in Val Lerone, con il filmato “Nuova era dopo il cromo”, realizzato dallo staff della Provincia di Genova per la Struttura commissariale ex Stoppani istituita dal Governo alla fine del 2006 per attuare gli interventi straordinari necessari in questa emergenza nazionale lasciata dalla proprietà in una situazione gravissima e impressionante.

Il video sarà presentato in anteprima in Provincia – sala del Consiglio di Palazzo Doria Spinola – giovedì 26 giugno alle 17 dal commissario delegato per l’emergenza ex Stoppani, prefetto Giovanni Balsamo e dal commissario straordinario della Provincia di Genova Piero Fossati.

Saranno poi presentati i risultati del monitoraggio dell’ambiente marino costiero dell’ex Stoppani (che utilizza mitili come bioindicatori per il cromo e gli idrocarburi) a cura di Ist, Università del Piemonte Orientale e Arpal. Per la giornata è stata allestita anche una mostra fotografica di Alessandro Conte e Michele Balzano.