Quantcast
Cronaca

La madre scende e si chiudono le porte, neonata “intrappolata” sulla metro: salvata da un carabiniere

Genova. Paura sulla linea della metro che da piazza De Ferrari arriva a Brin. Alla stazione di Sant’Agostino le porte si sono chiuse mentre una madre stava scendendo dal vagone e la sua bambina neonata sul passeggino è rimasta “prigioniera”, con il treno che è ripartito tra la disperazione della donna.

Determinante l’intervento di un carabiniere di quartiere che si trovava sul convoglio: si è preso cura della piccola fino alla fermata successiva e lì, dove i colleghi del militare avevano accompagnato la madre, le è stata riaffidata.

“Ho sbagliato ad uscire dalla porta singola e il passeggino mi è rimasto incastrato, poi le porte si sono chiuse e ho preferito mollare la bimba per evitare che si facesse male – ha raccontato la donna, una ecuadoriana di 41 anni, che lavora saltuariamente come badante – ho provato a risalire a bordo ma le porte si sono richiuse e il treno è ripartito
portandosi via la mia bimba di pochi mesi. Non sapevo cosa fare – ricorda – e ho chiesto aiuto ad alcuni passanti, ai controllori, temevo che qualcuno potesse rapirla”.