Politica

Il centrodestra ligure prova a uscire dal suo labirinto: discussione per l’uscita del libro di Bozzo Sentieri

Genova. Sono passate solo poche settimane dal trionfo del Partito democratico alle Europee. Come era prevedibile, a livello nazionale, non sono pochi i partiti che hanno subito contraccolpi: da Sel che è andato incontro a un’ennesima scissione, al MoVimento Cinque Stelle che si è aperto al dialogo sulle riforme.

Il centrodestra, come non mai nella storia della Seconda Repubblica, si trova all’angolo, diviso e con una costola importante – il Nuovo Centrodestra capeggiato da Angelino Alfano – che sostiene il governo targato Matteo Renzi.

La situazione del centrodestra ligure è ancora più compromessa perché in un contesto in cui, anche nel periodo d’oro del berlusconismo, non ha sfondato (Se si eccettua la vittoria di Sergio Biasotti). Alla crisi nazionale, si aggiunge anche la crisi locale, figurata dalla caduta dell’ex ministro degli Interni Claudio Scajola, storicamente capace a recuperare voti nel ponente ligure.

Che fare allora? Che futuro per il centrodestra? Mercoledì 25 giugno, alle ore 17,30, presso l’Hotel Astoria di Genova in occasione dell’uscita del libro di Mario Bozzi Sentieri, “La destra nel labirinto” (I libri del Borghese), il Circolo “Goffredo Mameli” ha organizzato un incontro dibattito che parte proprio da questa domanda: “Quale futuro per il centro-destra ligure?”.

Insieme all’autore, partecipano Gino Garibaldi (Nuovo Centro Destra), Gianni Plinio (Fratelli d’Italia), Matteo Rosso (Forza Italia).

Il volume è stato scritto proprio nell’arco dell’ultimo anno, un anno significativo e convulso non soltanto per la destra ma per l’intero panorama politico italiano, i capitoli de “La destra nel labirinto” presentano una scottante ed inquietante attualità. Con l’invito di fondo a non commettere gli identici errori commessi del passato, uscendo finalmente fuori dal “labirinto” delle contraddizioni in cui, nel corso degli anni, il centrodestra si è perso, perdendo spesso le ragioni stesse della propria esistenza.