Quantcast
Cronaca

Genova si riprende le sue bellezze: via alla “forte festa”, forte Begato aperto alla città

Genova. Genova ha tante bellezze, una di queste è il sistema dei forti. E Tursi, grazie al sistema di sdemanializzazione, dopo 200 anni, comincia a riappropriarsene.

“Nel quadro del trasferimento ai Comuni dei beni demaniali abbiamo intrapreso questa strada che ci porta dritti al 28 giugno”, ha spiegato oggi il sindaco Marco Doria.

Domenica 28 giugno è l’evento clou: forte Begato si riapre alla città. I visitatori potranno accedere a tutti gli spazi a sud dell’edifico principale, compresi i manufatti minori. Diverse le iniziative previste: passeggiate guidate a carattere storico o naturalistico, incontri con esperti, un concorso di fotografia, disegni per i bambini, spettacoli di artisti di strada. Sarà organizzato un servizio di prestito giornaliero di libri dedicati alla storia della città e dei suoi forti. Ma si potrà osservare il sole grazie al telescopio messo a disposizione dall’Osservatorio Astronomico, effettuare escursioni in mountain-bike e altro ancora.

Chi arriverà da Granarolo con la cremagliera lungo il viaggio potrà ascoltare le sue storie ed i suoi segreti. Una giornata di festa per conoscere una delle realtà più belle, con un sistema di navette gratuite per lasciare l’auto e raggiungere il forte.

“Il segno di quello che potremmo fare andando avanti nella realizzazione di questo percorso- ha sottolineato Doria – per offrire ai genovesi e ai turisti anche un altro sguardo sulla città e sul nostro territorio. Partiamo di qui, da questo scenario che, non per campanilismo, è splendido”, ha aggiunto Doria indicando il panorama e presentando il progetto di valorizzazione di beni demaniali che il Comune intende perseguire, insieme a Demanio e Sovrintendenza. La fase di avvio del programma prevede il trasferimento di un primo lotto di beni, costituito dai forti Tenaglie, Crocetta, Begato, Sperone, Puin e di parte del Castellaccio.

Prima della apertura di Forte Begato, domenica 22 giugno, sarà una giornata di lavoro delle associazioni cittadine: volontari per la pulizia del forti, associazioni, protezione civile, aziende, sponsor presenteranno una serie di eventi culturali e storici.

“E’ un lungo lavoro – ha commentato l’assessore Gianni Crivello – che va fatto avendo bene i piedi per terra, ma il punto è questo: creare le condizioni per cui genovesi e turisti possano, attraverso un collegamento con Acquario o Porto Antico, poter conoscere questa realtà che rappresenta una grande attrattiva per Genova”.

Poi le iniziative collaterali: all’insegna del “Genova more than this”, in occasione della festa a forte Begato verrà lanciato un Contest fotografico aperto a tutti. Chi vuol partecipare non deve far altro che scattare una foto durante la “Forte Festa” del 28 giugno e condividerla su Instagram con gli hashtag #genovaforti #genovamorethanthis. La foto vincitrice sarà selezionata da una giuria di esperti e sarà pubblicata come copertina della Pagina Facebook Genova Eventi e Cultura