Quantcast
Cronaca

Genova, sgombero Buridda: concluso il corteo (Video)

Genova. Agg.h.13.30. Si è concluso il corteo dei manifestanti contro lo sgombero del centro sociale Buridda, ma non è escluso, anzi è probabile, che ci possano essere altre manifestazioni nel pomeriggio e nei prossimi giorni.

Agg.h.12.10. Il sindaco Doria non è sceso a parlare con i manifestanti e quindi il presidio si trasformerà in corteo per le vie della città.

Agg. h. 11.55. A quanto si apprende, la Digos ha suggerito un incontro tra una delegazione e il sindaco, ma la risposta dei manifestanti sarebbe stata negativa, o meglio chiedono al sindaco di scendere a parlare con tutti.

Agg.h.11.3o. Il corteo di manifestanti si trova in via Garibaldi, ma distante dall’entrata di palazzo Tursi, dove sono schierate le forze dell’ordine. Dal corteo si alzano slogan che incitano il sindaco o qualcuno dell’amministrazione a scendere per parlare di quanto accaduto ieri, quando il centro sociale Buridda è stato sgomberato.

Agg.h.10.40. Dovrebbe iniziare a breve il presidio dei manifestanti davanti a palazzo Tursi, ma  le forze dell’ordine non lasciano passare nessuno e via Garibaldi è completamente blindata.

Dopo lo sgombero del centro sociale Buridda, è partita una manifestazione spontanea nel centro di Genova e oggi la mobilitazione continua. L’appuntamento è a palazzo Tursi alle ore 10.30. “Contro il silenzio dell’amministrazione Doria, faremo sentire la nostra voce! Ci riprenderemo ciò che ci spetta!”, si legge su Facebook.

I giovani dei centri sociali genovesi riuniti in assemblea ieri pomeriggio, nei locali dell’Aut Aut in piazza delle Fontane a Genova, hanno deciso di mobilitarsi con una manifestazione improvvisata per le vie del centro di Genova.

Il corteo, formato da circa 300 ragazzi, si è diretto in via Garibaldi per poi proseguire in via XXV Aprile e poi approdare in piazza De Ferrari, dove, seguiti a vista dai blindati delle forze dell’ordine hanno dato vita a un pacifico presidio. Dopo circa mezz’ora il corteo ha ripreso via XX Settembre, ha superato piazza Corvetto in direzione di via delle Fontane, per poi dirigersi nei vicoli del centro storico. Non sono mancati momenti di tensione con le forze di polizia segnati da insulti e sfottò e un blitz dalla sede del Pd del centro storico che ha riportato qualche danno.

Alla fine il corteo si è sciolto, ma l’appuntamento è fissato per stamattina davanti a Palazzo Tursi, sede del comune di Genova.