Quantcast

Genova, reati al femminile: le vittime sono anziani

Genova. Le due notizie che qui si riportano sono avvenimenti e fatti che spesso le forze dell’ordine, spesso anche per agevolare il ritrovamento di chi commette i reati, sono costrette a rilevare e riportare.

Tra giovedì e venerdì, due crimini, efferati e odiosi. Entrambi sono furti di poco valore in assoluto, ma spesso cospicuo dal punto di vista relativo, perchè non di rado significa tutto quello che le vittime hanno.

La particolarità è che in entrambi i casi coloro che sono stati denunciati sono donne. Ancora ignote. Ancora non consegnate alle forze dell’ordine.

Nel pomeriggio di ieri, una donna di 89 anni residente in via Bozzini a Marassi, ha denunciato presso la locale Stazione CC che nel tardo pomeriggio del 07 giugno, una sconosciuta, fingendosi una sua conoscente, riusciva ad entrare all’interno della sua abitazione e dopo averla distratta si impossessava di 2000 euro e oggetti in oro per un valore di circa 1500euro, dileguandosi.

Pochi giorni dopo, a Sampierdarena, un 73enne ha denunciato presso la Stazione Carabinieri del luogo, che passando per via Reti, due sconosciute, dopo averlo immobilizzato, gli hanno portato via la collana in oro, dileguandosi. La vittima non ha riportato lesioni, ma alto è stato lo spaventi.