Quantcast
Cronaca

Genova, guida armato di mazza da baseball: nel cruscotto anche un coltello

Genova. Ieri pomeriggio un agente in forza al Reparto Prevenzione Crimine Liguria che transitava libero dal servizio con la propria autovettura in via Tea Benedetti, mentre si apprestava a sorpassare un furgone è stato improvvisamente stretto dal mezzo, che ha cambiato corsia senza verificare la presenza di altri veicoli. L’agente, per segnalare la presenza della propria autovettura ed evitare l’impatto, ha suonato il clacson.

Una situazione come tante che possono capitare in strada e che avrebbe potuto finire lì, ha invece scatenato la reazione del conducente del furgone, che ha più volte indirizzato all’automobilista dei gesti offensivi, invitandolo ad affiancarsi. Il poliziotto ha evitato di cadere nella provocazione dell’uomo e si è sempre mantenuto a distanza dal mezzo, fin quando il conducente non gli ha mostrato una mazza da baseball.

A quel punto ha chiamato il 113 e ha richiesto l’intervento di una volante, che ha raggiunto e fermato il furgone in Via Cornigliano. Il poliziotto si è così qualificato con il conducente, un cittadino tunisino di 31 anni in regola con la normativa sull’immigrazione che, a precisa domanda, ha negato di avere con sé una mazza da baseball.

Il controllo effettuato dai poliziotti lo ha però smentito, visto il rinvenimento nella tasca portaoggetti dello sportello lato guida della mazza e di un coltello a serramanico con blocco lama. Tali oggetti sono stati sequestrati mentre il Tunisino, accompagnato in Questura, è stato denunciato per i reati di porto abusivo d’arma e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.