Quantcast
Cronaca

Genova, cane chiuso in macchina: proprietario rischia il linciaggio

Genova. Erano intervenuti per portare aiuto ad un cane lasciato nell’auto parcheggiata, ma hanno dovuto aiutare il proprietario dell’animale, minacciato dalla folla inferocita.

Sabato sera, verso le 23,30 una pattuglia della Polizia Municipale, di passaggio in corso Italia, giunta all’altezza di via Giordano Bruno è stata richiamata da alcune persone, che segnalavano una autovettura in sosta con a bordo un cane che, a loro dire, mostrava segni di sofferenza. Gli agenti, come prima cosa, hanno provato a rintracciare il proprietario attraverso il numero di targa, ma purtroppo l’auto risultava intestata a una ditta di noleggio con sede a Roma.

Nella impossibilità di contattare il proprietario, la pattuglia ha avvisato la Croce Bianca ed il veterinario Asl di zona per verificare le condizioni dell’animale e eventualmente provvedere all’apertura forzata dell’auto. L’attesa si è prolunga ed è aumento il numero di persone che, sentito cosa stava accadendo, si sono fermate per vedere come stava il cane.

Il veterinario è arrivato sul posto quasi contemporaneamente al proprietario dell’auto, che ha aperto la portiera del veicolo liberando l’animale. Il cane è sceso a terra e, pur non sembrando particolarmente affaticato, ha bevuto due ciotole d’acqua mentre gli agenti hanno identificato il proprietario. In quei pochi momenti dalla folla dei presenti si sono levate voci e insulti nei suoi confronti. L’uomo è quindi salito sull’automobile cercando di allontanarsi, ma la folla ha accerchiato il veicolo e alcuni hanno tentano di aprire le portiere.

Gli agenti si sono dunque frapposti tra le persone e l’auto, chiedendo aiuto attraverso la radio di servizio. Dopo alcuni minuti sono arrivate altre due pattuglie della Municipale, che hanno riportato l’ordine tra i presenti. Quando gli animi si sono calmati, il bilancio è stato di due agenti lievemente feriti e un cane in buona salute.