Quantcast
Cronaca

Expo 2015, i difensori di Luigi Grillo chiedono la scarcerazione: “E’ provato”

Luigi Grillo, senatore Pdl

Milano. “Non ci sono le esigenze cautelari di eccezionale rilevanza che consentono di tenere in carcere gli ultrasettantenni”. Lo hanno sostenuto gli avvocati Andrea Corradino e Salvatore Pino, difensori di Luigi Grillo, l’ex senatore del Pdl arrestato lo scorso 8 maggio nell’ambito dell’inchiesta sulla “Cupola degli appalti” nel chiedere al Tribunale del riesame l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il loro assistito.

I due legali al termine dell’udienza di oggi che si è svolta davanti ai giudici del Tribunale della libertà hanno spiegato di aver chiesto anche l’annullamento del provvedimento per l’insussistenza dei gravi indizi. Inoltre hanno riferito che l’ex senatore, dopo circa un mese di carcere, “è provato”.

I giudici del riesame si sono riservati di decidere sulla loro istanza di scarcerazione e quindi di concessione degli arresti domiciliari a Grillo.