Quantcast
Politica

Emergenza Scarpino: Rixi porta la “rumenta” al sindaco (VIDEO)

Genova. Nello scenario peggiore, da incubo, le strade di Genova potrebbero riempirsi di rifiuti. Si cerca di evitarlo e il primo passo per chiarire quale inizio d’estate sarà per la Superba arriverà domani quando, scaduta la breve dilazione concessa dalla Provincia di Genova, i tecnici daranno una risposta sulla stabilità della discarica.

“I dati topografici raccolti da Amiu in questi giorni, confermano che non ci sono spostamenti di rifiuti all’interno della discarica – ha detto l’assessore Valeria Garotta in serata – Domani ci sarà un vertice; se la relazione non convincesse la Provincia a far riaprire la discarica, il sindaco ed io faremo la nostra parte, anche ricorrendo ad una eventuale ordinanza. Abbiamo tenuto volutamente i toni bassi, ma in questi mesi non abbiamo mai perso di vista il percorso strategico per realizzare il ciclo dei rifiuti che abbiamo in mente, e che ci porterà ad usare Scarpino come una discarica di servizio. Nei prossimi mesi estenderemo la raccolta dell’organico a tutta la città. Amiu sta progettando un bio digestore. Abbiamo affidato uno studio di un macchinario per il trattamento spinto dei rifiuti”.

In attesa di conoscere il futuro della discarica di Scarpino Edoardo Rixi, consigliere comunale della Lega Nord, ha pensato di ricordare al sindaco Doria e alla sua giunta la situazione di emergenza.

Per questo è arrivato questo pomeriggio a Tursi con due sacchi di spazzatura, pronti da consegnare al Comune: insieme un’accusa e un monito per il futuro.