Quantcast
Cronaca

Discarica Scarpino, scade la proroga: “Attesa la risposta dei tecnici. Tursi pronto all’ordinanza, ma solo temporanea”

Genova. Domani scade la breve dilazioni concessa dalla Provincia di Genova, su richiesta della Regione, al provvedimento di chiusura della discarica di Scarpino. La soluzione ai problemi, quindi, dovrebbe arrivare nelle prossime ore, almeno questo è quanto spera l’amministrazione comunale.

“I tecnici stanno esaminando i dati resi disponibili da Amiu, che ricordiamo essere quelli della discarica con un sistema topografico – spiega l’assessore all’Ambiente, Valeria Garotta – Sulla base di questi dati hanno chiesto all’azienda di incrementare la strumentazione e quindi nelle prossime ore dovrebbero darci una risposta sulla stabilità della discarica”.
Naturalmente l’auspicio è che la risposta sia positiva. “Se gli esperti della protezione civile non riuscissero a fornire i dati entro domani ognuno dovrà fare la sua parte, compreso eventualmente un ruolo che potrà avere il Comune in termini di soluzione del problema di svuotamento dei cassonetti – prosegue – Una risposta che può arrivare con un’ordinanza, ma in grado di coprire solo alcuni giorni perché non può essere il Comune a risolvere un problema dell’attività ordinaria della discarica”.

Quindi una soluzione che Tursi è eventualmente pronto a mettere in atto, ma che riguarda una modalità straordinaria e può guardare solo orizzonti di tempo limitati.

“Il problema è stato innescato dalle forti precipitazioni dei mesi scorsi e se da un lato abbiamo delle rassicurazioni parziali da questo sistema di monitoraggio topografico già installato, è necessario completare il quadro conoscitivo e quindi una volta che avremo tutti gli elementi a disposizione speriamo che possa riprendere l’attività ordinaria”, dichiara ancora Garotta.

“Voglio sottolineare che siamo impegnati, Comune, Provincia e Regione a cercare una risposta ordinaria a questa situazione, che quindi vuol dire consentire la prosecuzione dell’attività della discarica e nel frattempo Comune e Amiu hanno già avviato una serie di azioni per arrivare al superamento delle problematiche, in particolare l’avvio della raccolta differenziata spinta dell’organico, che partirà adesso completando il servizio presso tutti i grandi produttori e tra fine dicembre e i primi di gennaio la raccolta verrà estesa per tutti i cittadini – spiega – Nel frattempo inizia una campagna di comunicazione e sensibilizzazioni nei quartieri dove già oggi c’è la raccolta dell’organico e stanno partendo le gare per gli impianti di separazione del rifiuto secco da quello umido”.

Tutto questo riguarda il pre-trattamento. “Poi c’è il gruppo degli esperti di Amiu che sta studiando per indicare quali siano le soluzioni a medio termine per la problematica del percolato – conclude l’assessore – Una situazione complessa, quindi, ma in cui nessuno può dire che si stia perdendo tempo”.