Quantcast
Economia

Banca Carige, il Cda approva le condizioni dell’aumento di capitale: nuove azioni a 0,1 euro

Genova. Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige, riunitosi oggi, ha fissato le condizioni definitive dell’annunciato aumento di capitale in opzione, per 800 milioni di euro, deliberato dal CdA nella seduta del 27 marzo 2014.

L’aumento di capitale, offerto in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio di Banca Carige, prevede l’offerta di 93 azioni ordinarie Banca Carige ogni 25 azioni ordinarie e/o di risparmio possedute, al prezzo unitario di Euro 0,10.
L’operazione prenderà avvio il prossimo 16 giugno 2014.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di emettere massimo 7.992.888.534 azioni ordinarie Banca Carige di
nuova emissione, prive di indicazione del valore nominale, aventi le stesse caratteristiche delle azioni ordinarie di
Banca Carige in circolazione, incluso il godimento regolare, da offrire in opzione ai titolari di azioni ordinarie e/o di
azioni risparmio di Banca Carige, al prezzo di sottoscrizione pari a 0,10 eruo per ciascuna nuova azione Banca Carige
di cui 0,05 euro a titolo di sovrapprezzo, nel rapporto di 93 azioni di nuova emissione Banca Carige ogni azioni
ordinarie e/o azioni di risparmio di Banca Carige possedute.

Il prezzo di sottoscrizione è stato determinato applicando uno sconto del 40% rispetto al TERP, il prezzo teorico ex
diritto calcolato al prezzo di chiusura odierno pari a Euro 0,414. Il controvalore massimo dell’Offerta sarà pertanto pari a Euro 799.288.853,40.

È previsto che i diritti di opzione che daranno diritto alla sottoscrizione delle azioni ordinarie Banca Carige di nuova
emissione (i “Diritti di Opzione”) dovranno essere esercitati, a pena di decadenza, dal 16 giugno 2014 al 4 luglio 2014,
estremi inclusi (il “Periodo di Offerta”). I Diritti di Opzione, muniti del codice ISIN IT0005027690, saranno inoltre
negoziabili sul MTA dal 16 giugno 2014 al 27 giugno 2014, estremi inclusi.

I Diritti di Opzione non esercitati entro il 4 luglio 2014 saranno offerti dalla Società sul MTA entro il mese successivo
alla fine del Periodo di Offerta per almeno 5 giorni di mercato aperto, ai sensi dell’articolo 2441, comma 3, c.c.
(l’“Offerta in Borsa”). Entro il giorno precedente l’inizio dell’eventuale Offerta in Borsa sarà pubblicato, su almeno un
quotidiano a diffusione nazionale, un avviso con indicazione del numero dei Diritti di Opzione non esercitati da offrire
sul MTA e delle date delle riunioni in cui l’Offerta in Borsa sarà effettuata.

Le condizioni definitive dell’Offerta, come determinate dall’odierno Consiglio di Amministrazione della Società,
saranno indicate in un supplemento al Prospetto Informativo che, previa autorizzazione della Consob, sarà pubblicato
prima dell’inizio del Periodo di Offerta (il “Supplemento”).
Il Prospetto informativo e il Supplemento saranno resi disponibili presso la sede legale di Banca Carige, in Genova, via
Cassa di Risparmio n. 15, nonché sul sito internet di Banca Carige, www.gruppocarige.it.