Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trasta, il comitato lancia il Guerrilla gardening: “Contro gli incivili il 10 maggio riempiamo il quartiere di fiori”

Più informazioni su

Trasta. La bellezza salverà il mondo diceva il filosofo o quantomeno “salverà Trasta” dicono più concretamente gli abitanti del quartiere della Valpolcevera riuniti nel comitato QuellicheaTrasta Cistannobene. E così dopo l’evento dello scorso 13 aprile dedicato proprio alla bellezza, stanno lavorando per un altro appuntamento colorato dedicato al quartiere lancioando un veero e proprio Guerrilla Gardening.

“L’idea è nata dall’ultima festa – spiega Lucia Conti – dove abbiamo fatto adottare fiori a chi ci è venuto a trovare. In pratica ognuno ha fatto una donazione di di 5 euro e con i soldi raccolti abbiamo acquistato dei fiori”. L’evento ha avuto grande successo, con quasi 400 euro raccolti. “Ora stiamo cominciando a piantare i fiori che proprio questa mattina abbiamo acquistato e a utilizzare quelli che abbiamo salvato dalla pulizia dei rii che sta facendo la Provincia in questa settimane”.

Ma l’appuntamento più importante è quello del prossimo 10 maggio. Lì le persone potranno “mettere a dimora una pianta in uno dei seguenti luoghi: giardini Ugo Bottaro; fontanino di Via Trasta; ponte medievale di Via Adda e Creuza Via Asilo Infantile di Murta. Lasciare vasi in Piazzetta Barabini, sui muretti o sui ponti” spiega il manifesto che pubblicizza l’evento.

“I fiori si possono piantare oppure lasciare un vasetto nei luoghi indicati e poi noi ci occuperemo di metterli a dimora” dice Lucia. Chiunque arrivi con una piantina è anche caldamente invitato a fare un bel “selfie” e a pubblicarlo sulla pagina facebook dell’evento.

“Questo è anche un modo di reagire all’inciviltà di qualcuno – racconta Lucia che nelle socrse notti ha pensato bene di rubare due dei tre vasi di gerani che avevano messo sul ponte che porta a piazzetta Barabino, fiori e vasi che i commercianti della zona aveva acquistano e noi sistemato”. Un gesto incomprensibile ma che ha provocato, dopo lo sgomento iniziale, la voglia di reagire per rendere Trasta ancora più colorata.