Quantcast
Cronaca

Tragedia molo Giano, Forza Nuova: “Genova città più anti italiana”

schianto al molo giano

Genova. La segreteria provinciale di Forza Nuova in merito al primo anniversario della strage del Molo Giano comunica: “ L’immobilismo delle istituzioni locali e nazionali è sotto gli occhi di tutti anche di fronte a delle vere e proprie tragedie. A distanza di un anno dal terribile incidente che ha sconvolto il porto di Genova, nulla è stato fatto e nulla è cambiato. Genova è una città che sta cadendo a pezzi, che vede chiudere pezzi importanti della sua struttura produttiva ( Piaggio Aero), che non garantisce ai lavoratori che operano nel suo principale teatro, il Carlo Felice, i diritti minimi e la necessaria stabilità, che non ha il coraggio e la volontà politica di ricordare i militari caduti.

A distanza di un anno, il comune di Genova non ha pensato neanche lontanamente ad organizzare nulla che potesse garantire il ricordo dei martiri della Torre piloti. E’ possibile che Marco Doria o qualche assessore del suo seguito non abbia pensato all’istituzione di una semplice borsa di studio in loro ricordo?

E’ possibile che Marco Doria o qualche assessore del suo seguito in dodici mesi non abbia pensato a scoprire e a denunciare colui che ha dato i permessi per la costruzione di una torre del genere a 50 cm dal mare? E’ possibile continuare ad avere un sindaco come Marco Doria? Genova si conferma la città più anti italiana d’Italia, attiva più che mai a garantire e a patrocinare i diritti degli immigrati, e a dimenticare volutamente i suoi figli migliori.

Forza Nuova Genova