Quantcast
Cronaca

Piaggio Aero, a Sestri Ponente spaccatura tra i sindacati: scontro tra Fiom e Uilm

piaggio aero occupazione

Sestri Ponente. Nuova giornata di tensione alla Piaggio Aero di Sestri Ponente, dove stamattina si svolgerà un’assemblea, a cui probabilmente seguirà la partenza dei lavoratori alla volta della Regione. Con il treno dovrebbero raggiungere la stazione di Principe e da lì partire in corteo per le vie del centro di Genova.

Intanto, mentre dallo stabilimento del ponente genovese è partito un appello ai lavoratori di Finale, una spaccatura si è creata anche all’interno dei sindacati. L’idea di occupare la fabbrica (formalmente si tratta di una assemblea permanente, e di scioperare ad oltranza), infatti, genera scontro tra la Fiom Cgil e la Uilm.

Se gli iscritti alla Fiom sono per la linea dura nello stabilimento che rischia la chiusura in base al piano industriale, la Uilm è critica su questo atteggiamento.

“Una minoranza dei lavoratori in assemblea ha deciso per lo sciopero ad oltranza, un metodo che storicamente ha portato solo guai al sindacato”, dice il segretario generale della Uilm Liguria, Antonio Apa. La minoranza a cui Apa si riferisce sono i presenti all’assemblea di ieri, pare 150 su 527 lavoratori.

“L’effettiva volontà dei lavoratori doveva esprimersi con una consultazione”. Scioperare a oltranza “è una scelta sbagliata e rischia di compromettere definitivamente la vertenza Piaggio Aero. La Uilm è per la trattativa a oltranza, che porti a una soluzione che
salvaguardi i siti industriali e tutti i livelli occupazionali da sottoporre a consultazione con i lavoratori. A questo risultato non ci si arriva certo con uno sciopero a oltranza”, afferma Apa.