Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aero, assemblea a Finale: “Se non arrivano risposte concrete, pronti alla protesta”

Più informazioni su

Finale L./Villanova. “Noi abbiamo sempre rispettato ogni decisione presa dallo stabilimento di Genova Sestri. Pensiamo che la stessa cosa debba essere fatta nei confronti di Finale. Nel rispetto di quello che decidono i lavoratori”. Lo ha detto Andrea Pasa, segretario generale Fiom Cgil di Savona – a margine dell’assemblea dei lavoratori tenutasi questa mattina presso lo stabilimento Piaggio Aero di Finale.

“Dall’assemblea è emerso che i lavoratori, votando con alzata di mano, hanno deciso di portare avanti le iniziative e il percorso che avevamo condiviso, cioè pretendere una discussione di merito sul piano industriale e affrontare due cardini fondamentali della vertenza: le esternalizzazioni della produzione e il trasferimento da Finale a Villanova”.

E sull’apparente fermezza dell’azienda Pasa ha le idee chiare: “Non va bene che l’azienda non voglia cambiare idea. Abbiamo rigettato il piano industriale nel momento in cui è stato presentato. L’azienda continua a dirci che ci informa ma non vuole trattare, noi pensiamo che o l’azienda si mette in testa che sulle due questioni fondamentali ci deve entrare, oppure noi, da domani, inizieremo a lottare”.

“Se entro domani non ci sono risposte concrete da parte dell’azienda abbiamo in mente iniziative di protesta, come a Finale da sempre sono state fatte senza che nessuno debba insegnarci qualcosa – riflette il segretario Fiom-. Le cose devono essere chiare: sulle esternalizzazioni prima di parlare di dove, bisogna parlare di come, quando e perché. Per il ‘dove’ bisogna mettersi in testa che l’operazione va fatta vicino allo stabilimento, quindi a Villanova, sia per costi industriali che per la salvaguardia dei posti di lavoro. E poi l’accordo di programma, per le parti ancora in vita, recitava una cosa molto semplice: tutti i lavoratori presenti nello stabilimento di Finale dovranno essere trasferiti nello stabilimento di Villanova d’Albenga, avendo come datore di lavoro la Piaggio Aero”.

L’azienda ha reso noto che da mercoledì partirà il trasferimento a Villanova, e Pasa sottolinea: “Lo abbiamo detto con forza, l’azienda deve sospendere ogni attività legata al trasferimento sicuramente fino al 12 maggio quando andremo al Ministero. Entro quella data vogliamo avere degli incontri specifici rispetto alla questione: fino a quando tutte le persone non avranno bene in mente la fine che faranno non si può parlare di andare a Villanova”.

Infine, una considerazione in merito ai nuovi azionisti di maggioranza: “L’azienda è quasi al 100% dei soci arabi e di una piccola parte della famiglia Ferrari. Penso che sia molto positivo che i nuovi soci abbiano investito 190 milioni per far ripartire l’azienda e che siano intenzionati a investire in Italia e soprattutto in Liguria. Questo deve rappresentare un punto di partenza importante”.