Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, la Pro Recco vince gara uno. Felugo: “Partita tesa e difficile”

Sori. Mercoledì 14 maggio, a Brescia, alle ore 20,30, si giocherà gara 2 della finale scudetto. La Pro Recco, vincendo 7-6 la prima partita, ha già fatto sua una fetta del tricolore.

“E’ una finale, doveva essere così, tesa e difficile – commenta Maurizio Felugo -. Siamo partiti non bene, sbagliando molto in attacco. Poi però ci siamo ripresi, giocando secondo me un’ottima pallanuoto. Grande difesa del Brescia, grande Del Lungo… Non abbiamo mai smesso di giocare e, come spesso succede in queste partite, si decide tutto fra il terzo ed il quarto tempo. Siamo andati avanti in progressione, poi c’è stata un po’ di confusione da parte nostra, ma siamo riusciti lo stesso a conquistare gara uno. Loro sono una squadra ben organizzata, con un ottimo allenatore, che non molla mai. Se arrivano in finale, è chiaro che hanno queste caratteristiche”.

“Siamo partiti lenti – spiega Niccolò Figari -, ma la prima partita ha un sapore particolare. Praticamente decide il 50% del campionato, gli altri sono tutti match point. Abbiamo nuotato molto e sbagliato tanto, ma siamo riusciti a fare un break importante il terzo tempo. A Brescia sarà diverso, ora la palla passa in mano a loro. Abbiamo subito pochissimo ad uomo in meno perchè sappiamo che la gran parte di queste partite si chiude in questa maniera e ci eravamo preparati di conseguenza. Avevamo lo scrupolo di dover aiutare Tempesti che da un po’ di tempo non entrava in porta e così è stato”.