Quantcast
Cronaca

Mignanego, il vicino di casa è un carabiniere: due “topi d’appartamento” in manette

auto carabinieri

Mignanego. Grossi cacciativi, una torcia elettrica e guanti per non lasciare impronte. Era il kit dello scassinatore che accompagnava due 22enni, arrestati ieri sera a Mignanego. Con i cacciaviti hanno forzato la porta-finestra di una villetta e sono entrati nell’abitazione.

Un colpo da manuale, ma la scena è accaduta sotto gli occhi di un sottufficiale dei carabinieri. L’uomo, che abita proprio lì vicino, ha chiamato una pattuglia e, assieme a due commilitoni della Stazione di Campomorone, ha cinturato le probabili vie di fuga.

Solo dopo le forze dell’ordine sono entrate nell’abitazione e hanno bloccato i due ladri. Accompagnati presso gli uffici del Comando Stazione e identificati, sono stati tratti in arresto per tentato furto aggravato in concorso e possesso di attrezzi atti allo scasso. Gli attrezzi sono stati sequestrati, mentre i ladri saranno processati per direttissima.