Quantcast

Lo porta in casa, poi lo picchia e lo rapina con un complice

camper sampierdarena

Genova. Questa notte in via Montaldo un cittadino dell’Ecuador di 48 anni ha accompagnato a casa la propria fidanzata e, al momento di aprire la porta dall’appartamento di proprietà della ragazza, è comparso un uomo che, senza dare nessuna spiegazione, gli si è scagliato contro colpendolo più volte al volto con dei pugni.

A tale violenta aggressione, inaspettatamente, si è unita anche la ragazza, che ne ha approfittato per sottrarre dalle tasche del fidanzato la somma di 420 euro suddivisa in 8 banconote da 50 euro ed una da 20 euro.

L’uomo, con il volto coperto di sangue, è riuscito a scappare dall’aggressione e una volta in strada ha intercettato immediatamente una volante. Il 48enne ha raccontato agli agenti l’accaduto nei minimi dettagli e gli operatori, dopo aver richiesto l’ausilio di personale del 118, sono saliti nell’appartamento scoprendo che sulle scale e davanti all’ingresso di casa c’erano molte macchie di sangue.

I due aggressori, lui di 23 anni con precedenti specifici e lei di 38 anni incensurata, hanno inizialmente negato l’accaduto per poi dichiarare che il 48enne aveva aggredito la donna ed il 23enne aveva preso le sue difese.

Gli agenti, non convinti del loro racconto, hanno deciso di controllare la coppia trovando nelle tasche della ragazza 8 banconote da 50 euro ed una da 20 euro tutte accartocciate, somma identica a quella descritta dalla vittima. Accompagnati in Questura i due aggressori sono stati arrestati per rapina in concorso mentre la vittima, medicata al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Martino, se la caverà con 15 giorni di prognosi.

Più informazioni