Quantcast

Liguria, urbanistica: dalla Regione giro di vite a tutela del paesaggio

Gabriele cascino

Regione. Tutela del paesaggio, la Regione Liguria è diventato legge in Consiglio Regionale il ddl della giunta Burlando presentato dall’assessore all’Urbanistica e Pianificazione Territoriale Gabriele Cascino che, di fatto, abroga sei leggi esistenti sul paesaggio ligure e destinato a avviare una grande semplificazione e una maggiore tutela del territorio.

Oltre a semplificare le procedure, con il superamento delle funzioni esercitate dalle Province, la nuova legge prevede controlli più rigidi sugli interventi nelle aree vincolate. A fine lavori il direttore dei lavori o il progettista , per arrivare al collaudo finale delle opere e per ottenere il certificato di agibilità, dovrà attestare che le stesse sono state eseguite in conformità con il progetto approvato, cosa che oggi non avviene e che è infatti fonte di frequenti procedimenti di accertamento di compatibilità di opere eseguite abusivamente, con conseguente controllo da parte dei competenti uffici delle Regione o del Comune a seconda delle competenze sul progetto.

Altro aspetto importante, i Comuni che fino a oggi non hanno mai adottato una disciplina paesistica, che non hanno mai affrontato con provvedimenti ad hoc il tema-paesaggio, non potranno più rilasciare permessi per nuove costruzioni e per interventi rilevanti, se non quelli di carattere conservativo, per gli edifici esistenti, se entro 24 mesi dall’approvazione delle revisione della legge urbanistica – in corso di esame da parte del Consiglio regionale – non si doteranno della disciplina del paesaggio di livello comunale.

Più informazioni