Quantcast
Sport

Giornata internazionale al Rapallo Panathlon Sport Festival con la Premiazione del Flambeau d’Or

Rapallo. Sabato di festa oggi al Rapallo Panathlon Sport Festival dovuto alle numerose attività sportive, congressuali e celebrative in virtù delle quali si è riscontrato un grande afflusso di visitatori e partecipanti nel corso di tutto l’arco della giornata.

Oggi sicuramente il culmine della manifestazione, raggiunto con l’attesa cerimonia di Premiazione del Flambeau d’Or, per la cui organizzazione Panathlon International è stato insignito oltre alla Medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di quella della Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e del Presidente del Senato Piero Grasso.

“Il Flambeau d’Or – spiega il Presidente di Panathlon International Giacomo Santini – è uno tra i più prestigiosi riconoscimenti internazionali assegnato al fine di contribuire all’affermazione dei valori etici e culturali dello sport, e viene conferito ad importanti personalità sportive, che si sono distinte nella loro vita per aver onorato e promulgato i principi fondamentali dello sport, tramite il loro esempio e le proprie azioni. Una celebrazione che, per la sua importanza, si è sempre tenuta in cornici prestigiose come a Roma in Campidoglio ma che, quest’anno, siamo riusciti a portare qui a Rapallo nell’ambito del Rapallo Panathlon Sport Festival”.

Il Premio, un trofeo artistico raffigurante la fiamma olimpica, viene consegnato quadriennalmente a tre personalità distintesi per la promozione dei valori e della cultura sportiva e per l’organizzazione di grandi eventi per lo sport.

La cerimonia di consegna del Premio si è tenuta questa mattina al Congress Center di fronte a una folta platea accorsa da tutto il mondo. A dare il saluto e a presentare le personalità sul palco, oltre al Presidente Giacomo Santini e Leo Bozzo, Segretario Generale Panathlon International, anche il campione di ciclismo Vittorio Adorni, Presidente del Comitato.

Il Flambeau d’Or, per la categoria Promozione, è stato assegnato alla professoressa Susan Bissel, UNICEF’s Global Child Protection Leader «Per aver accettato con entusiasmo – dichiara Yves Vanden Auweele, Commissione Scientifico Culturale Panathlon International leggendo le motivazioni del Premio – come alto funzionario dell’UNICEF WORLD e come autorità nel campo dell’etica nello sport giovanile, la Dichiarazione del Panathlon e per essersi adoperata a praticare i principi della Dichiarazione sul campo». La professoressa Susan Bissel ha ringraziato Panathlon International per l’importante riconoscimento e ha ribadito il forte legame di collaborazione che si è instaurato con UNICEF che proseguirà anche nel futuro con grande entusiasmo e partecipazione.

Per la categoria Cultura è stato premiato il professore Norbert Muller, Presidente del Comitato Internazionale Pierre De Coubertin “Per aver svolto – spiega Santiago Perez de Camino Gaisse, Responsabile Sezione Chiesa e Sport Pontificio Consiglio per i Laici – un ruolo importante nella formazione dell’immagine moderna delle Olimpiadi e per aver sostenuto i valori della Cultura Olimpica attraverso l’ideale di De Coubertin”. Il professor Norbert Muller ha ringraziato Panathlon International ricordando quanto sia fondamentale il ruolo di missionario dello sport nel diffondere i suoi valori etici e culturali.

Premiato per la categoria Organizzazione, Sir Philip Craven, in qualità di Presidente del Comitato Organizzatore Paralimpico “Per aver organizzato i più bei Giochi Paralimpici di tutti i tempi riducendo la distanza tra i Giochi Olimpici – annuncia Gaetano Cuozzo, Presidente Comitato Regionale Comitato Italiano Paralimpico che porta il messaggio del Presidente Nazionale del CIP Luca Pancalli – soprattutto nell’interesse del pubblico grazie al suo spirito e alla sua determinazione”. Sir Philip Craven ha concluso il suo discorso di ringraziamento rivolto a Panathlon International ricordando le parole chiave della loro mission in grado di abbattere ogni ostacolo e barriera: “sorprendere”, “mettere in condizioni di” e “ispirazione”.

Al termine della cerimonia di Premiazione del Flambeau d’Or la firma ufficiale del Protocollo di Intesa tra Panathlon International e JJIF, Ju-Jitsu International Federation, alla presenza del Presidente Internazionale Panagiotis Theodoropoulus.

Ma l’aria di festa si è respirata anche al Villaggio Sportivo per la premiazione delle Panathliadi che ha visto la partecipazione di tutti i bambini e ragazzi che hanno gareggiato in questi giorni, e per il progetto “Pescanchio” realizzato in collaborazione con Sky Pesca e Istituto Liceti di Rapallo.

Ad ottenere il titolo di vincitori delle Panathliadi e ad essere premiati sul palco del Rapallo Panathlon Sport Festival, l’Istituto Gianelli per la sezione Scuole Primarie, la Squadra 4 dell’Istituto Giustiniani per le Secondarie di Primo Grado e la Squadra 1 dell’Isituto Davigo per la categoria Scuole Secondarie di Secondo Grado. Nel corso della Premiazione sono stati decretati anche i vincitori del Concorso “Fotografa le Panathliadi”: Giorgio Perazzo (Nido Girolamo), Laura Raminelli (Istituto Comprensivo), Silvia Curumi (Istituto Giustiniani).

Grazie all’intervento del Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, gli alunni delle scuole prime classificate hanno ricevuto un premio particolare e nominale da Panathlon International. Presenti alla Premiazione Vittoria Sivori, Direttore fililae di Rapallo e Bruno Godi, Direzione Commerciale Area Chiavari.

Più informazioni