Quantcast
Economia

Genova porto di Expo 2015: oggi i primi container al Terminal Sech

Genova. Nella giornata di oggi sono transitati nel porto di Genova i primi quattro contenitori, della Yang Ming Line, indirizzati al Expo 2015 sbarcati dalla nave Hangzhou Bay Bridge, arrivata ieri sera presso il terminal SECH. La merce è destinata alla costruzione ed arredo del padiglione espositivo giapponese.

L’operazione complessiva di sdoganamento, arrivo, sbarco ed inoltro della merce consente al nostro porto di potersi identificare come partner privilegiato di Expo 2015. Grazie alle procedure di pre-clearing il manifesto merci in arrivo è stato presentato con 48 ore di anticipo rispetto al previsto accosto della nave, questo ha reso possibile il flusso, a stretto giro, della bolla doganale d’importazione.

Per i mezzi destinati al ritiro della merce è stato acquisito telematicamente dal terminal il preavviso di arrivo da parte dell’impresa di autotrasporto in modo da verificare con anticipo (anche sotto il profilo della security portuale) l’abbinamento autista, mezzo e contenitore da rilasciare ed i contenitori sono stati immediatamente instradati verso i depositi Expo.

Alla cerimonia che si è svolta oggi pomeriggio nell’area verifica del terminal SECH hanno presenziato il Presidente dell’Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo, il Direttore dell’Agenzia delle Dogane di Genova, Claudio Monteverdi, il Capo Servizio Sicurezza della Navigazione e Portuale, Com.te Domenico Napoli, e il Direttore Generale del SECH, Alberto Cordella.

“L’arrivo dei primi contenitori destinati ad Expo presso il terminal SECH – ha dichiarato il Presidente dell’Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo -sono la grande testimonianza della straordinaria efficienza e collaborazione raggiunte dal sistema portuale genovese nelle componenti pubbliche e private. Con l’ adozione delle procedure di sdoganamento accelerato, si trasmette a molte nazionalità la competenza e professionalità del nostro scalo. Sono inoltre orgoglioso che la mia intuizione di candidare tre anni fa Genova come porto dell’Expo si stia concretizzando, con l’obbiettivo più grande di essere stabilmente il principale porto di destinazione finale del nord Mediterraneo.”

“L’Ufficio delle Dogane di Genova, ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia delle Dogane di Genova, Claudio Monteverdi, punto d’ingresso privilegiato, è in prima linea nell’applicazione delle semplificazioni procedurali introdotte dall’Agenzia per tutto il territorio nazionale.”

“Il dialogo in tempo reale del terminal con il sistema telematico doganale (AIDA) e l’utilizzo da parte degli attori della catena logistica del port community system (E-port), unito alle nuove procedure doganali, ha dichiarato il Direttore Generale del SECH, Alberto Cordella – ha consentito a questi contenitori, con verifica merce come esito doganale, di essere liberi per la consegna già nella giornata odierna.”

“L’eccellenza raggiunta con i primi contenitori indirizzati ad Expo 2015 – ha dichiarato il Direttore Generale di Spediporto, Giampaolo Botta – rappresenta il modello di riferimento che in qualità di Associazioni Spedizionieri abbiamo sempre promosso.”

“Oggi è un giorno in cui si raccoglie il frutto del lavoro fatto in questi anni – ha dichiarato il Segretario Generale di Assagenti, Massimo Moscatelli – Abbiamo preso come spunto l’Expo 2015 per darci delle regole che potranno ulteriormente migliorare l’efficienza del porto nel futuro.”