Quantcast
Sport

Football Aid, per la prima volta a Genova: tifosi e vecchie glorie sul campo del Ferraris a favore del Gaslini

stadio luigi ferraris

Genova. Al via Football Aid, manifestazione benefica a favore dell’Istituto pediatrico “Giannina Gaslini” che si svolgerà domani sabato 24 e domenica 25 allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova, alle 11 e alle 15.30 in entrambe le giornate.

Nato in Gran Bretagna, l’evento, patrocinato dalla Regione Liguria, approda per la prima volta in Italia proprio a Genova, con l’obiettivo di regalare una giornata da veri campioni a tifosi e sostenitori che dopo essersi aggiudicati un posto, tramite asta online, indosseranno in prima persona la maglia della loro squadra sul prato più famoso della città, disputando un vero match al fianco di autentiche leggende del passato di Genoa e Doria.

“Al di là della passione sportiva che mi ha spinto ad aderire in prima persona all’iniziativa, acquistando con largo anticipo la maglia e aggiudicandomi così un posto in squadra nella partita di domani tra Genoa home e Genoa away –  ha spiegato Matteo Rossi, assessore regionale allo sport – ritengo che manifestazioni di questo tipo siano quanto di meglio lo sport possa produrre. Innanzitutto solidarietà e beneficienza, con proventi raccolti per l’acquisto di attrezzature per il reparto di anestesia dell’istituto Gaslini. E poi un clima di festa e un’ulteriore occasione per fare promozione del nostro territorio”.

Un atleta su cinque, tra quelli che si sono aggiudicati la maglia, proviene infatti da uno Stato estero, molti da fuori Regione, dunque tutti tifosi che sfrutteranno la possibilità di calcare il prato del Ferraris da protagonisti per visitare poi, una volta tolte le scarpette, Genova.

“Credo davvero – conclude Rossi – che ci siano tutti gli ingredienti per un’ottima riuscita della manifestazione e il fatto che la nostra città abbia saputo sfruttare l’occasione, importando per la prima volta in Italia, questo tipo di format, mi fa pensare che siamo sulla strada giusta nel promuovere e valorizzare l’attività sportiva come elemento di socialità e promozione del nostro territorio”.

Più informazioni