Quantcast
Politica

Elezioni europee: Renata Briano (Pd) a “Parchi in piazza” per sostegno e promozione del territorio

briano renata

Liguria. Chiusura della campagna nel segno della promozione dei territori in chiave Ue: Renata Briano, candidata Pd alle prossime elezioni europee del 25 maggio, dedica gli ultimi due giorni della campagna elettorale ai parchi, una delle sue priorità per lo sviluppo sostenibile dei nostri territori in chiave europea. Oggi Briano ha partecipato a “Parchi in Piazza”, iniziativa organizzata a Genova in occasione della giornata europea dei Parchi.

“Voglio dedicare gli ultimi giorni proprio a questa tematica, partecipando a visite e incontri dedicati alla promozione delle aree protette e al loro ruolo in chiave di sviluppo del turismo e dell’economia verde – spiega Briano – Penso ad un’Europa che possa lanciare i nostri parchi in una rete sovrannazionale attraverso le numerose attività che in essi si svolgono. L’obiettivo di chi rappresenterà l’Italia a Bruxelles dev’essere quello di aiutare a mettere in rete tra di loro gli enti virtuosi, e i nostri parchi lo sono”.

Briano, insieme ad una delegazione del Municipio Medio Ponente di Genova ha assistito ad attività di educazione ambientale sui sentieri del Monte Gazzo e presso il museo speleologico. “Il mio lavoro è strettamente legato alle aree protette – sottolinea Briano – E’ tra i sentieri di un Parco, quello del Gran Paradiso, che ho deciso di studiare scienze naturali, una scelta che ha cambiato la mia vita. E oggi sono qui, in uno dei numerosi siti liguri di interesse comunitario, per pensare alla biodiversità come ricchezza. Una ricchezza perché proprio la valorizzazione della biodiversità, grazie anche alle politiche europee, può sviluppare sempre più le attività ad essa legate come gli sport outdoor, le reti sentieristiche, gli agriturismo, le trattorie a km 0, le produzioni locali rispettose dell’ambiente, le filiere del bosco, le visite subacquee e lo snorkeling. E’ infatti ampiamente dimostrato che dove c’è un Parco il turismo cresce”.

“Faccio l’esempio del progetto de In cammino nei Parchi, iniziativa nazionale del CAI e di Federparchi nelle Aree protette di tutta Italia, creata con l’obiettivo di promuovere l’escursionismo, la tutela dell’ambiente e la manutenzione dei sentieri. Un evento che ha coinvolto 25 tra parchi e aree protette in 12 regioni d’Italia con 60 escursioni ed incontri realizzati per fare crescere la sensibilità legata alla rete sentieristica, per promuovere le buone pratiche di conoscenza dei luoghi sensibilizzando a comportamenti virtuosi che insegnino – a partire dai più piccoli – a conoscere, conservare, rispettare il patrimonio ambientale e culturale della montagna”.

“Tutelando le bellezze dei parchi – conclude Briano – delle aree protette, delle riserve naturali, dei giardini botanici possiamo offrire una fotografia di un Paese che cambia, di un’Europa più attenta, di un nuovo modello di sviluppo diverso da quello attuato fin qui. Dalle Alpi al mare possiamo creare turismo e formazione, lavoro e servizi in una prospettiva nuova ed europea più green e meno legata a schemi tradizionali. I sentieri tracciati sono una metafora. Sta a noi cominciare a percorrerli, camminando verso un futuro di progetti condivisi”.

Proprio sui temi legati ad ambiente e turismo, domani, 23 maggio, Briano parteciperà al secondo Forum di Cogne, per seguire i lavori dell’incontro dal titolo: “Il turismo in Valle D’Aosta, visioni e strategie”, presso il Villaggio Minatori.