Quantcast

Elezioni comunali 2014, Tigullio immune dall’ “effetto Renzi”: nessun sindaco del Pd

voto seggio elezioni 2014

Tigullio. Se per quanto riguarda le elezioni europee anche nel Tigullio la vittoria del Pd è stata schiacciante, ad eccezione di Portofino, in cui la maggioranza di voti è andata a Forza Italia, l’ “effetto Renzi” non ha avuto seguito sulle elezioni comunali.

I candidati del centro sinistra hanno perso a Moneglia (sindaco Claudio Magro), a Casarza Ligure (sindaco Claudio Muzio), a Castiglione Chiavarese (sindaco Giovanni Collorado) e a Santa Margherita, dove ha vinto Paolo Donadoni. Nel caso più clamoroso, infine, a Lavagna, dove il candidato Mauro Caveri ha perso contro Pino Sanguineti, eletto sindaco.

Male anche a Rapallo, dove il Pd, che appoggia il candidato Armando Ezio Capurro, ha perso 4 mila voti su 5 mila ottenuti alle europee. Ora resta da vedere cosa succederà al ballottaggio, che si svolgerà tra due domeniche e che vedrà contrapposto Capurro al candidato Carlo Bagnasco, che in questa prima tornata ha ottenuto circa il doppio dei voti.

“Nelle votazioni amministrative le persone scelgono il sindaco anche al di fuori degli schieramenti – dice Luca Garibaldi segretario comprensoriale del Pd – è chiaro che per le europee hanno premiato il progetto governativo e politico, purtroppo nei singoli comuni ci sono tante liste con candidati di varia estrazione e quindi la scelta dell’elettore è del tutto personale”.