Quantcast
Economia

Crisi, un aiuto alle imprese: a Genova arriva il “bond del territorio”

Paolo Odone

Genova. Un aiuto sostanziale per le imprese di Genova e della sua provincia e un prodotto d’investimento: questa è la natura del Bond del Territorio, un progetto che il Banco di Chiavari e della Riviera Ligure ha messo a punto in condivisione con la Camera di Commercio di Genova e le Associazioni di categoria.

L’iniziativa è il frutto di un tavolo fra il Banco di Chiavari, che ha avanzato la proposta, la Camera di Commercio e le Associazioni di categoria, che hanno contribuito fornendo indicazioni utili per il raggiungimento dell’accordo.

Il Bond del Territorio è un prestito obbligazionario a 3 anni a tasso fisso, 1,60% lordo, emesso, per un massimo di 5 milioni di euro, dal Banco di Chiavari e che potrà essere sottoscritto, come ogni altra emissione tradizionale, da qualunque soggetto interessato: privati, aziende, associazioni, istituzioni.

I fondi raccolti attraverso il collocamento del Bond del Territorio saranno interamente utilizzati e resi disponibili per le aziende di Genova e provincia attraverso il principio della “leva 2”: costituendo cioè un plafond doppio rispetto all’importo effettivamente sottoscritto.

Attraverso questo meccanismo verrà formato il “Plafond di Finanziamenti” che permetterà di offrire alle micro, piccole e medie imprese locali finanziamenti di durata triennale, da un minimo di 10.000 a un massimo di 200.000 euro a tasso variabile, destinati a supportare la crescita, lo sviluppo e il sostegno a dette imprese.

Il Banco di Chiavari e della Riviera Ligure grazie a questo intervento applica al rapporto raccolta/impieghi un vincolo di territorialità: una formula con cui le risorse originate dagli investimenti dei risparmiatori vengono reimpiegate direttamente nella medesima area geografica: a sostegno dell’economia locale.

La Camera di Commercio di Genova, nel quadro del progetto, costituisce un attore fondamentale assumendosi il ruolo di collegamento con le associazioni di categoria e gli imprenditori, consentendo la massimizzazione dei benefici derivanti dal Bond del Territorio.

“In questo periodo di crisi economico-finanziaria e di difficoltà per le imprese genovesi ad accedere al credito bancario – commenta il presidente della Camera Paolo Odone – l’Accordo fra Camera di Commercio, Banco di Chiavari e associazioni di categoria rappresenta un’importante operazione che permette alle pmi di acquisire risorse fresche non solo per investimenti, ma anche per soddisfare fabbisogni di circolante e quindi di liquidità. Le imprese potranno rivolgersi sia allo sportello della Camera di Commercio sia a quelli delle associazioni di categoria.”

“Il Bond del Territorio è il risultato del dialogo proficuo che si è instaurato tra Camera di Commercio, associazioni di categoria e il Banco – commenta Maurizio Viganò, Responsabile dell’ Area Genova del Banco di Chiavari – si tratta, infatti, di un esempio concreto di come si possa ‘fare sistema’ a vantaggio del territorio e del tessuto economico-produttivo locale”.

“Con l’impiego delle risorse raccolte nello stesso ambito territoriale – prosegue Viganò – si cerca di avviare un circolo virtuoso capace di offrire benefici a tutti, in primo luogo per le famiglie e le aziende”. “Siamo convinti che questo rappresenti un importante sviluppo della collaborazione tra le istituzioni economiche territoriali – conclude Viganò – un esempio di come si possano raggiungere livelli molto positivi nel rapporto tra i soggetti sociali ed economici della Provincia”.

Più informazioni